Leggi argomento - I gloriosi personaggi dell'antica Locri...

Oggi è ven nov 17, 2017 9:29 pm

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 59 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar gen 25, 2005 4:58 pm 
Non connesso
Cristianuni
Cristianuni
Avatar utente

Iscritto il: ven set 24, 2004 12:14 am
Messaggi: 343
Località: Locri
Beh...il dubbio non è tanto questo anto...il dubbio più che altro...onestamente mi viene in certi casi...tipo questo di Erasippo...
Ora noi sappiamo che a Locri c'era un personaggio chiamato Erasippo (onestamente non so da dove è presa la citazione...se qlkn la sa mi aiuti... :D )...però sappiamo che un Erasippo era figlio di Eracle...e quindi un glorioso personaggio (almeno pr quanto riguarda la sua stirpe,le sue origini e i suoi parenti)... :D
Ora mi viene il dubbio, non è che c'erano degli omonimi?
Io credo proprio di no...ma che certezze avremmo per dire che era veramente Erasippo figlio di Eracle e Lisippe? :wink:
Il testo in cui viene citato ci potrebbe aiutare a risalire...ma io non so da dove è spuntato fuori che Erasippo era Locrese...
Cioè tutti lo dicono...ma sarebbe bello anche citare la fonte... :D
zaleukos :roll:

_________________
:-) :-) :-) No VIGILI??? No Party... :-) :-) :-)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar gen 25, 2005 6:21 pm 
Non connesso
Associatu
Associatu
Avatar utente

Iscritto il: mer set 08, 2004 6:56 pm
Messaggi: 500
Località: Locri-Commenda di Rende
io m ricordo ke oltre a persephone,c'erano due divinità protettrici di locri,sl ke ora nn ricordo i nomi...può darsi pure ke sto dicendo una grossa cazzata... :)

_________________

"Si cola cacava non moria abbuttatu!!!"



Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar gen 25, 2005 7:45 pm 
Forse dici Castore e Polluce,i Dioscuri!


Top
  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar gen 25, 2005 7:50 pm 
Non connesso
Quaquaraqua
Quaquaraqua
Avatar utente

Iscritto il: mer gen 19, 2005 9:46 pm
Messaggi: 95
Località: Locri
ero io scusate...comunque è certo che Erasippo era locrese...lo dicono tutti i libri della storia di locri!forse è un altro quello che dite voi...cmq appena avrò un minutino di tempo vi scrivero tutti i personaggi famosi di Locri antica...

_________________
***ciccio***


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar gen 25, 2005 10:13 pm 
Non connesso
Associatu
Associatu
Avatar utente

Iscritto il: mer set 08, 2004 6:56 pm
Messaggi: 500
Località: Locri-Commenda di Rende
Anonymous ha scritto:
Forse dici Castore e Polluce,i Dioscuri!


si loro

_________________

"Si cola cacava non moria abbuttatu!!!"



Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar gen 25, 2005 10:33 pm 
Non connesso
Dui i Coppi
Dui i Coppi

Iscritto il: dom gen 23, 2005 7:36 pm
Messaggi: 3
Località: locri
Penso che ci siano 2 Erarippi, quello figlio di Eracle e poi il poeta. Purtroppo di lui,ma anche di Teano, Mnsea e Senocrate,non possediamo nulla. Magari prima o poi spunterà qualche papiro nascosto....magari in qualche scavo proprio a Locri....


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar gen 25, 2005 11:23 pm 
Non connesso
Fondatore Associazione
Avatar utente

Iscritto il: mar ago 10, 2004 2:27 am
Messaggi: 2595
Località: Reggio, Locri, Cosenza e a volte Roma, ma sempi supa a nu trenu!
Che rabbia vedere i Dioscuri in bella mostra a Reggio...guardate che sono al livello della Persephone se non più....


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar gen 25, 2005 11:55 pm 
Non connesso
Quaquaraqua
Quaquaraqua
Avatar utente

Iscritto il: mer gen 19, 2005 9:46 pm
Messaggi: 95
Località: Locri
in effetti è così...ma anche i fregi del tempio di casa Marafioti o le "bocche di leone"!

_________________
***ciccio***


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer gen 26, 2005 12:51 pm 
Non connesso
Cristianuni
Cristianuni
Avatar utente

Iscritto il: ven set 24, 2004 12:14 am
Messaggi: 343
Località: Locri
Ragazzi...queste nostalgiche affermazioni toccano un po la dignità di noi tutti...ma purtroppo non tornano indietro... :cry:
Ho sotto mano un articolo che se Warriors vuole lo possiamo mettere online...che riguarda i fregi e i marmi del Partenone...
Da qui credo che vi potreste fare un idea sul non ritorno delle nostre opere...che secondo me da un lato è giusto che stiano li...(nel caso della Persephone!!!) ma dall'altro no...(reperti negli scantinati del museo di Reggio Calabria...)... :oops:
Quindi...cerchiamo di valorizzare il nostro, quello che abbiamo sotto mano...poi x l'altro si vedrà... :wink:
zaleukos :D

_________________
:-) :-) :-) No VIGILI??? No Party... :-) :-) :-)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer gen 26, 2005 7:03 pm 
Non connesso
Fondatore Associazione
Avatar utente

Iscritto il: mar ago 10, 2004 2:27 am
Messaggi: 2595
Località: Reggio, Locri, Cosenza e a volte Roma, ma sempi supa a nu trenu!
Si lo possiamo inserire con un link interno da questo topic...fammelo avere appena puoi...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom gen 30, 2005 10:41 pm 
Non connesso
Quaquaraqua
Quaquaraqua
Avatar utente

Iscritto il: mer gen 19, 2005 9:46 pm
Messaggi: 95
Località: Locri
Fonte: http://www.locriantica.it

TIMEO

Non conosciamo nulla della vita del filosofo Timeo, sappiamo solo che visse nel IV sec. a.C. e che morì in tarda età dopo aver retto a lungo il governo di Locri.
Si ritiene che molte siano state le opere di scienza e filosofia da esso composte, andate però, purtroppo, tutte perdute.
Le teorie di una di queste opere dal titolo "Dell'anima del mondo e della natura" le conosciamo grazie a Platone che le espone nel dialogo dedicato proprio a Timeo, nel quale Socrate dice del filosofo locrese:




"Il nostro Timeo, nato a Locri, in Italia,
città ordinata con ottime leggi, dove non è secondo a nessuno
per ricchezza e nobiltà ed ove ha tenuto le più alte cariche della
magistratura ed ha raggiunto, secondo il mio giudizio,
il più alto onore di tutta la filosofia"

(Platone, Timeo, II)

Anche il sommo poeta Dante cita Timeo, proprio per le sue teorie sull'anima, nel canto IV del Paradiso:


"Quel che Timeo dell'anime argomenta
non è simile a ciò che qua si vede
però che, come si dice, par che senta".

(Dante Alighieri, Divina Commedia - Paradiso, canto IV, 49-51)

Si ritiene inoltre che, con Timeo, a Locri si sviluppò una fiorente scuola filosofica dalla quale uscirono valenti filosofi, legislatori ed anche medici, e tra questi ultimi la tradizione ricorda in particolare Filistione.



--------------------------------------------------------------------------------

EUTIMO

Eutimo è il primo di una lunga serie di atleti locresi (tra i quali Agesidamo, del quale si parla più avanti, Euthycles e Keton, dei quali però si possiedono poche notizie) che per lungo periodo primeggiarono ai giochi olimpici.
Eutimo, figlio di Asticle, vinse i giochi olimpici per ben tre volte nella specialità del pugilato, la prima volta nel 484 a.C.; godette di straordinaria fama non solo in patria ed il suo indubbio valore venne riconosciuto da molti autori antichi tra i quali Eliano, Plinio, Pausania e Strabone; di quest'ultimo, in particolare, riproponiamo qui le parole che ricordano la leggenda secondo la quale Eutimo sconfisse il mostro di Temesa liberandola dal tributo annuale di una fanciulla scelta tra le più belle che la città doveva pagare al mostro per evitarne l'ira:




(Raccontano poi che), quando i Locresi Epizefiri presero la città,
il pugile Eutimo scese presso il mostro, lo vinse in duello
e lo costrinse a liberare gli abitanti dal tributo.

(Strabone, Geografia VI, 5)

Indipendentemente da quelle che furono poi le leggende che si svilupparono intorno al suo nome, la fama ed il valore del pugile sono confermate dalla tradizione che ci tramanda che alla sua morte, avvenuta in circostanze tragiche, venne pianto non solo a Locri ma in tutto il mondo greco.



-------------------------------------------------------------------------------

AGESIDAMO

Come Eutimo, anche Agesidamo, figlio di Archèstrato, deve la sua fama al trionfo nei giochi di Olimpia (nel 476 a.C.) nella specialità del pugilato. A differenza di Eutimo, però, le sue imprese ci sono state tramandate attraverso Pindaro, il quale dedicò ad Agesidamo ben due delle sue odi Olimpiche, delle quali ecco alcuni frammenti:





Leggete nella mia memoria dov'è scritto il nome
del figlio di Archèstrato, vincitore ad Olimpia,
perché gli sono debitore di un dolce canto
che mi è sfuggito.

(Pindaro, Olimpiche X, 1-4)



La più alta Giustizia
governa Locri Epizefiri,
e vi si onorano Calliope ed il bronzeo Marte.
Anche lo scontro con Cicno la suprema forza di Eracle vinse:
E Agesidamo, vittorioso ad Olimpia
nel pugilato, abbia gratitudine
per Ila, come Patroclo per Achille.

(Pindaro, Olimpiche X, 17-23)



(O Agesidamo) su di te la lira dal bel suono
ed il dolce flauto spargono grazia
e vasta gloria nutrono le Pieridi, figlie di Zeus.
Anch'io insieme ad esse con solerzia
venni alla gloriosa stirpe di Locri
recando miele alla città dei forti,
ed ho lodato l'amabile figlio di Archèstrato
che vidi in quel giorno vittorioso e valoroso
presso l'altare di Olimpia
bello ed immerso in quella giovinezza
che un tempo, grazie alla Ciprigna,
da Ganimede la spietata morte allontanò.

(Pindaro, Olimpiche X, 113-125)



Ora sappi Agesidamo, figlio di Archèstrato,
che io, per la tua vittoria nel pugilato,
canterò, sulla corona dell'aureo olivo,
una dolce ode (che sarà) ornata
dall'esaltazione della stirpe di Locri Epizefiri.
Recatevi (tutti) laggiù!
Ed alle Muse assicuro
che non incontreranno là
un popolo inospitale o inesperto di arti,
ma fiero in battaglia e sapiente.

(Pindaro, Olimpiche XI, 10-19)


E grazie alle odi (dalle quali questi frammenti sono tratti) scritte da Pindaro, il nome e le imprese di Agesidamo sono giunte sino ai nostri giorni.



--------------------------------------------------------------------------------


SENOCRITO

Poche e frammentarie sono le informazioni che possediamo di Senocrito, musico e poeta lirico dell'antica Locri che visse, probabilmente, nella seconda metà del VII sec. a.C.; la sua arte venne apprezzata da Plutarco, il quale (De Musica 9, 1134) lo pone tra i più grandi musici dell'antica Grecia considerandolo uno dei principali rappresentanti (insieme a personaggi quali Taleta di Creta) della scuola musicale di Sparta, la più fiorente dell'antichità.
Ritornato a Locri, Senocrito diede vita ad una scuola musicale e poetica (alla quale parteciparono personaggi quali la poetessa Teano, Erasippo e Mnasea) nella quale introdusse le novità spartane, ed in particolar modo, quelle relative all'introduzione di elementi dionisiaci nei canti corali.
Tale scuola dovette avere grande successo e fece di Locri Epizefiri uno dei centri principali dell'antichità per quanto concerneva l'arte della musica e del canto e di Senocrito uno dei più apprezzati musici della sua epoca; infatti Callimaco, riferendosi a Senocrito, lo ricorda come colui:


"il quale fu l'inventore dell'armonia italica"

E Pindaro, addirittura, mostrava per lui una straordinaria ammirazione, professandosi suo imitatore e seguace, come appare da questo frammento (del quale questa è la parte più leggibile, tratta da uno dei papiri di Ossirinco - Fr. 140b Snell-Maehler):





[...] Ed io udendo
poco della soave melodia
fui spinto al canto, alla risposta,
come il delfino, quando si agita
al dolcissimo suono dei flauti
nell'immensità del grande mare.

(Pindaro, Frammenti Incerti, dai papiri di Ossirinco Fr. 140b Snell-Maehler)

Nella parte meno leggibile, Pindaro accenna che tale canto e tale soave melodia erano dovute "ad uno di Locri, fiorente città presso lo Zefirio nell'estrema Ausonia".



--------------------------------------------------------------------------------

EUNOMO

Tra i personaggi famosi che Locri ebbe nell'antichità vi fu anche un citarista, Eunomo, il quale godette di molta fama.
Ed a Locri faceva all'epoca bella mostra di sé proprio una statua che ritraeva Eunomo con in mano la sua cetra sulla quale era posata una cicala. Di questa statua fa menzione Strabone il quale, citando come fonte Timeo, ci spiega anche il motivo della presenza della cicala sulla cetra della statua di Eunomo:





[…] Un tempo si mostrava a Locri la statua del citarista Eunomo con una cicala posata sopra la cetra. Racconta Timeo che una volta gareggiando durante i giochi Pitici il suddetto Eunomo e Aristone di Reggio si contesero in sorte (la vittoria). […] Tuttavia Aristone riscosse il favore del pubblico ed aveva speranza di vincere, ma finì che poi vinse Eunomo ed innalzò nella (sua) patria la statua di cui si è detto: infatti, essendoglisi rotta durante la gara una delle corde della cetra, una cicala venne a posarvisi e ne sostituì il suono.

(Strabone, Geografia VI, 9)


Ecco quindi il motivo per il quale nella statua dedicata ad Eunomo trovava posto una cicala posta sopra la cetra del citarista.



--------------------------------------------------------------------------------

TEANO

Se degli altri personaggi famosi dell'antica Locri abbiamo poche notizie, di Teano ne abbiamo ancora meno.
Teano fu poetessa, probabilmente contemporanea di Stesicoro (seconda metà del VII sec. a.C.). La tradizione di lei ci ha tramandato pochissime notizie, in particolare gli studiosi ritengono che la sua opera fosse composta da liriche che avevano come protagonista la sua patria, la sua città.
Questo è tutto ciò che sappiamo di Teano, e tutto quanto oggi possiamo fare in questa sede è, quantomeno, ricordarne il nome, in quanto, purtroppo, nulla ci è stato tramandato della sua opera.

_________________
***ciccio***


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun gen 31, 2005 11:54 am 
Non connesso
Cristianuni
Cristianuni
Avatar utente

Iscritto il: ven set 24, 2004 12:14 am
Messaggi: 343
Località: Locri
Ottima fonte...
zaleukos :wink:

_________________
:-) :-) :-) No VIGILI??? No Party... :-) :-) :-)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer feb 23, 2005 3:16 am 
Non connesso
Cristianuni
Cristianuni
Avatar utente

Iscritto il: ven set 24, 2004 12:14 am
Messaggi: 343
Località: Locri
amico del pullman ha scritto:
Penso che ci siano 2 Erarippi, quello figlio di Eracle e poi il poeta. Purtroppo di lui,ma anche di Teano, Mnsea e Senocrate,non possediamo nulla. Magari prima o poi spunterà qualche papiro nascosto....magari in qualche scavo proprio a Locri....

Papiro nascosto?...forse qlke tavoletta...ma mi sa che il pariro non lo troveremo mai...almeno in egitto hanno avuto la sabbia per conservare i reperti...ca cu tutti sti condoni,mancu a terra da zona archeologica + ndi lassaru... :roll:
zaleukos

_________________
:-) :-) :-) No VIGILI??? No Party... :-) :-) :-)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sab mar 26, 2005 10:54 pm 
Non connesso
Tesorieri
Tesorieri
Avatar utente

Iscritto il: lun feb 21, 2005 4:50 pm
Messaggi: 308
Località: LOCRI
Volete conoscere un fatto curioso riguardante i personaggi illustri del mondo antico??!

Sono venuto a conoscenza del fatto tramite il mio prof di storia dell'arte...
Si racconta (però non posso sapere l'attendibilità delle fonti) che il famoso matematico Pitagora, lasciata la Grecia per motivi che adesso non ricordo, prima di albergare a Crotone, abbia chiesto asilo alla nostra bella cittadina.... e nui comu tanti cazzuni no volimma!!!

cmq per non andare off topic EUNOMO se non sbaglio era un famoso suonatore di cetra locrese... sulla sua figura mi pare esista anche una leggenda, che ora non ricordo... mi documenterò e vi farò sapere!!!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sab mar 26, 2005 10:57 pm 
Non connesso
Tesorieri
Tesorieri
Avatar utente

Iscritto il: lun feb 21, 2005 4:50 pm
Messaggi: 308
Località: LOCRI
..scusate non mi ero accorto k di EUNOMO aveva parlato sopra ciccio89!!!
fatemi pensare un po' Diofane...


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 59 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it