Leggi argomento - Meeting delle etichette indipendenti

Oggi è dom nov 19, 2017 7:03 am

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 6 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Meeting delle etichette indipendenti
MessaggioInviato: mer nov 22, 2006 9:01 pm 
Non connesso
Fondatore Associazione
Avatar utente

Iscritto il: dom set 19, 2004 10:27 pm
Messaggi: 1481
Località: Locri-Roma
A faenza:
Ecco il programma.....quest'anno ci si esibiranno anche i nostri quartaumentata
http://www.meiweb.it/download/PROGRAMMA ... 202006.doc

_________________
SCUSA MARI, IO SCRIVERO’, VISTO CHE MI VUOI LASCIARE,
(GRAZIE A DIO, GRAZIE A TE!), PERCHE’ A KATMANDU ALLA FESTA DI MARIA
ERO NEL LETTO DI LUCIA CON AIDA, ROSITA E RARE TRACCE DI GIANNA


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun nov 27, 2006 5:20 pm 
Non connesso
Dui i Coppi
Dui i Coppi

Iscritto il: ven nov 10, 2006 8:53 pm
Messaggi: 1
Località: Lamezia Terme
Al Mei di Feanza, autentica fiera della musica italiana indipendente, il Lamezia Demofest, finale nazionale di “Demo l’Acchiappatalenti” di Radio1 Rai di Michael Pergolani e Renato Marengo, ha richiamato numerosi visitatori, anche celebri e la grande attenzione della stampa specializzata. Il festival/fiera lametino partito questa estate è sbarcato a Faenza con il compito preciso di invitare musicisti, operatori, giornalisti e semplici appassionati alla prossima edizione fissata nella terza Città della Calabria per i giorni 19, 20 e 21 luglio prossimi.
Il Lamezia Demofest, con l’intento di valorizzare giovani musicisti calabresi, ha anche proposto al Mei il miniconcerto dei Quartaumentata di Locri che hanno strappato applausi, entusiasmando fino al ballo con la loro musica travolgente tratta dal loro primo album "Bballamu cu ventu".

A Faenza il promoter Ruggero Pegna, a capo della macchina organizzativa della manifestazione lametina, è stato accompagnato dall’assessore comunale Gianni Lucchino che, con l’occasione, ha anche incontrato il sindaco di Faenza e diversi assessori, per stringere il rapporto di gemellaggio tra le due città avviato questa estate.

Gli incontri avuti in fiera hanno definito quello che sarà il quadro organizzativo della prossima edizione. Il “Lamezia Demofest 2007” vedrà, come quest’anno, il coinvolgimento di Audiocoop, cioordinamento delle etichette indipendenti italiane, del Mei di Faenza e di numerosi altri soggetti interessati alla crescita di una grande iniziativa al Sud, tesa a valorizzare giovani talenti ma, anche, a costituire un momento d’incontro unico nel Meridione per tutti gli operatori del settore.

“L’eco della buona riuscita della prima edizione – commenta Ruggero Pegna – ci ha preceduto e, quindi, l’accoglienza è stata ancora più calorosa. Le immagini registrate dalla Rai che abbiamo trasmesso a Faenza hanno testimoniato il grande successo organizzativo e di pubblico. Tutto l’ ambiente italiano della musica indipendente ci ha rinnovato la fiducia con il desiderio che già la prossima edizione sia ancora più ricca di musicisti, concerti, dibattiti, convegni, incontri. Probabilmente i palchi diventeranno tre e cresceranno le iniziative collegate. Già, in tempo record, cominciano a pervenire richieste di partecipazione alla prossima edizione da soggetti incontrati al Mei. Questo è certamente un buon segno che rafforza l’entusiasmo. Sono felice - conclude Pegna - della scelta di aver proposto la musica dei Quartaumentata di Locri. Sono grandi musicisti che fanno un etnopop coinvolgente e divertente.”

A Pegna fa eco l’assessore Lucchino molto soddisfatto della partecipazione di Lamezia alla kermesse faentina. “E’ stato un successo – dice Lucchino - certamente incoraggiante. Ci siamo resi conto che Lamezia è già entrata nelle simpatie di tutti per l’accoglienza che abbiamo saputo dare la scorsa estate. Ora si tratta di lavorare per storicizzare questa iniziativa e coinvolgere sempre di più tutta la Città, che dovrà farsi trovare pronta dal punto di vista della ricettività complessiva. Stiamo già pensando – continua Lucchino – anche ad un appuntamento intermedio invernale tutto dedicato a proposte calabresi da spingere verso la finale nazionale di luglio. Lamezia città della fiera della musica è una scommessa che va oltre gli aspetti artistico-culturali, per diventare un momento di promozione commerciale e turistica di tutta la Città e della regione.”

L’incontro tra Faenza e Lamezia è stato suggellato dalla consegna di ceramiche artiche lametine da parte dell’assessore Lucchino ai suoi colleghi di Faenza, patria dell’arte della ceramica artistica, di cui il Museo delle Ceramiche delal città romagnola è una straordinaria sintesi.

ufficio stampa Show Net di Ruggero Pegna


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun nov 27, 2006 6:33 pm 
Non connesso
Fondatore Associazione
Avatar utente

Iscritto il: mar ago 10, 2004 2:27 am
Messaggi: 2595
Località: Reggio, Locri, Cosenza e a volte Roma, ma sempi supa a nu trenu!
Buona cosa!
Ci dovrebbero essere stati anche i ragazzi di Bovalino "NDS" (NOI DEL SUD) autori della hit "allarme cei boy" citati in un post passato :D


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar nov 28, 2006 3:14 pm 
Non connesso
Cristianuni
Cristianuni

Iscritto il: sab mag 14, 2005 7:49 pm
Messaggi: 280
un'idea accattivante mi gira in testa a proposito di sostituire un agghiacciante summer village


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar nov 28, 2006 3:25 pm 
Non connesso
Fondatore Associazione
Avatar utente

Iscritto il: mar ago 10, 2004 2:27 am
Messaggi: 2595
Località: Reggio, Locri, Cosenza e a volte Roma, ma sempi supa a nu trenu!
bukowski ha scritto:
un'idea accattivante mi gira in testa a proposito di sostituire un agghiacciante summer village


Magari se ti fossi chiesto del lavoro che c'è stato (e purtroppo c'è ancora) dietro alle due edizioni del summer village, dei sacrifici e delle risorse umane e non impiegate, del tempo e dell'esaurimento che ognuno di noi ci ha dedicato, SE TI FOSSI FATTO VEDERE PRIMA,DURANTE E DOPO per dare una mano, forse...forse non avresti scritto quello che hai scritto.

In ogni caso è bello avere idee, un pò più difficile è mettersi seriamente a realizzarle...in bocca al lupo


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer nov 29, 2006 2:32 pm 
Non connesso
Fondatore Associazione
Avatar utente

Iscritto il: dom set 19, 2004 10:27 pm
Messaggi: 1481
Località: Locri-Roma
MEI 2006: tutti i numeri di una grande edizione

Faenza, 27 novembre 2006
Tutti i numeri di un grande successo
IL MEI HA CELEBRATO ALLA GRANDE I SUOI DIECI ANNI
Quattro milioni di spettatori in tv a seguire i collegamenti con il Mei di Faenza, trentamila presenze a Faenza e in Fiera, trecento espositori e trecento artisti dal vivo per il piu' grande evento indie d'Italia
La decima edizione del MEI, il Meeting delle Etichette Indipendenti, ha avuto un successo straordinario e ha sancito in tutti i piu' diversi aspetti il grande ruolo della manifestazione a livello nazionale e territoriale.
Trentamila presenze, comprese quelle della Notte Light , l'unica notte indies italiana, che hanno strariempito la fiera e la città manfreda nei tre giorni portando un grande ossigeno dal punto di vista dell'innovazione in città e dal punto di vista economico, con una presenza tripla in fiera nella giornata del sabato e lo strariempimento del Teatro Masini per l'unico reading in esclusiva per il Mei di Gianna Nannini, sono i primi dati di grande rilievo, ai quali si aggiunge una Piazza del Popolo e i Corsi centrali pieni come a Rimini d'estate.
Il Mei poi quest'anno è diventato a tutti gli effetti la "casa comune" di tutte le produzioni indipendenti italiane: pop, rock, jazz, d'autore, hip hop, punk, ska, reggae, folk, dance, d'avanguardia e musiche sperimentali sono tutte di casa al MEI, che è diventata così l'uica manifestazione ufficiale in Italia di tutta la nuova scena indies italiana a rappresentare il 25% del mercato discografico. Faenza è a tutti gli effetti la capitale della musica indipendente italiana.
Il Mei inoltre ha sancito il suo grande ruolo a livello istituzionale con la presenza del Sottosegretario ai Beni Culturali On.le Elena Montecchi che ha sancito il ruolo fondamentale del MEI anche nel lavoro sugli sgravi fiscali per le indies e confermato una stretta collaborazione già nell'immediato futuro, con la telefonata di Pippo Baudo al Mei dove ha dichiarato la sua disponibilità al servizio delle indies fin da questa settimana per lavorare ad una presenza massimamente rappresentativa della produzione musicale indipendente italiana al prossimo Festival di Sanremo, che ha riconosciuto al Mei un ruolo subiro dietro allo stesso Festival di Sanremo e al Festivalbar -tra l'altro al MEI è stato presente anche Andrea Salvetti e sempre al Mei hanno presentato loro iniziative i festival del Premio Tenco, Primo Maggio, Arezzo Wave, Musicultura, Voci per la Libertà- diventando così il Mei il punto di incontro anche dei piu' importanti festival pop rock italiani, con la diretta di Rai Due di Quelli che il calcio che ha portato il Mei e Faenza nelle case di oltre 4 milioni di italiani che ha sancito l'importanza mediatica della manifestazione, con la presenza di 50 operatori discografici da tutt'Europa e' stata così sancita l'internazionalizzazione stessa del Mei che giocherà per la nuova musica italiana un importante ruolo in Europa.
Il Mei è così un grande "asset" per il futuro di Faenza e del territorio circostante.
Infatti, a cio' non si deve dimenticare di aggiungere che durante la straordinaria Notte Light -che non potrà vedere nella prossima edizione anche una massiccia presenza di negozianti e associazioni, visto il successo di queste prime due grandi edizioni sperimentali- si sono riempiti, oltre al Teatro Masini, il PalaBubani con le band faentine -grazie al quale Cosmohelp ha raccolto circa 3 mila euro per le sue attività di solidairietà- , la Tenda in Fiera con Andrea Mingardi e la Steve Rogers Band, il Cinema Italia con la festa dedicata a Secondo Casadei , il Centro Commerciale Il Borgo e La Piscina Comunale, oltre al sold out fino alle 6 del mattino fatto da tantissimi club, pub e ristoranti faentini. Un ritorno economico e d'immagine da capogiro, se si aggiungono tutti gli alberghi pieni a Faenza e nel territorio circostante, sul quale si possono costruire tante altre opportunità legate ad altri settori (formazione, corsi post universitari, campus, etc.).
Da segnalare infine, oltre al grande lavoro di scouting svolto dal Mei -noto per aver lanciato negli anni alcuni grandi nomi dell'indie rock pop nazionale come Baustelle, scoperti nel 2000, e gli Zero Assoluto, scoperti nel 2003- tornati quest'anno per gratitudine verso la manifestazione che ha portato loro fortuna, la decima edizione della vetrina della nuova scena indies italiana ha sancito la stretta sinergia tra le altre arti come il cinema, il video, la letteratura e la scrittura contribuendo a fare del ME un vero festival delle arti indipendenti italiano con i suoi 250 clip, i suoi 50 scrittori e poeti, i suoi tantissimi registi e videomaker e i suoi disegnatori di fumetti.
Infine, il Mei ripartirà per lavorare in collaborazione stretta , oltre che con il territorio, anche con le altre realta' nazionali con i uqali ha stretto rapporti di sinergia: Slow Food per la tutela e lo sviluppo della nuova musica italiana, Lamezia Terme per un grande Mei Sud, Sanremo per un circuito Sanremoff di grande importanza, il Campus Mei, l'incontro dei giovani emergenti con i professionisti del settore, che ha ottenuto un grande successo e circuiterà per l'Italia, con l'Editrice Zona per la promozione del libro "Il libretto mosso del MEI - Dieci anni di Meeting delle Etichette Indipendenti a Faenza" che è certamente destinato a diventare un successo editoriale nel settore della musica, con il progetto Atipici per altre attività che colleghino musica e mondo del lavoro e tante altre sinergie e con il Ministero dei Beni Culturali per proseguire in questo proficuo e sinergico rapporto tra mondo indies e istituzioni.
Il Mei ringrazia per il supporto fondamentale il Comune di Faenza, la Provincia di Ravenna, la Regione Emilia Romagna, Terre di Faenza, la Camera di Commercio, l'Apt Emilia Romagna, la Fondazione Banca di Romagna, Sia, Scf e Imaie, il Vescovo di Faenza Claudio Stagni per il significativo saluto di incoraggiamento al mondo della creatività indipendente che ha suscitato tanta attenzione es augura di proseguire nello sviluppo della manifestazione nel segno dell'armonia a faovre di una crescita complessiva dell'area manfreda e per sviluppare un "asset" come quello del MEI, certamente di grande rilievo per il nostro territorio.
Si resta a disposizione per ogni approfondimento: 349.4461825
Grazie
Ufficio Stampa
ufficiostampa@lamiarete.com
Tel. 0546.24647, 0546.646012
Ass. AudioCoop - Mei Festival
Via Della Valle, 71
48018 Faenza RA
Sito ufficiale di AudioCoop e del M.E.I. - Meeting delle Etichette Indipendenti
www.audiocoop.it

Tel. 0546.24647, 0546.646012

_________________
SCUSA MARI, IO SCRIVERO’, VISTO CHE MI VUOI LASCIARE,
(GRAZIE A DIO, GRAZIE A TE!), PERCHE’ A KATMANDU ALLA FESTA DI MARIA
ERO NEL LETTO DI LUCIA CON AIDA, ROSITA E RARE TRACCE DI GIANNA


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 6 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it