Leggi argomento - Ancora minacce alla Laganà

Oggi è gio nov 23, 2017 11:14 am

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Ancora minacce alla Laganà
MessaggioInviato: ven giu 22, 2007 6:18 pm 
Non connesso
Associatu
Associatu
Avatar utente

Iscritto il: mar gen 11, 2005 1:01 am
Messaggi: 1987
Località: Locri
LOCRI - “Inutile blindarti in un attimo salti”. Questo il sinistro messaggio dell'ennesima lettera, contenente minacce di morte, giunta ieri mattina alla vedova Fortugno, la parlamentare di Locri della Margherita. Quella di ieri è la quarta missiva che, nell'arco degli ultimi due mesi arriva a Maria Grazia Laganà: le prime tre sono arrivate il 28 aprile scorso, il 21 maggio e il 30 maggio - giorno in cui presso la Corte d'Assise di Locri si avviava il processo nei confronti degli “esecutori, organizzatori e mandanti di secondo livello” dell'omicidio del vicepresidente Fortugno. Anche questa ennesima lettera, che ripercorre il cliché delle precedenti, è stata spedita dal Centro di Smistamento di Lamezia Terme. Tant'è che nonostante la missiva sia anonima è stata resa “riconoscibile” dalla circostanza che la busta fosse simile alle prime tre, così come simile era il modo con cui è stato composto l'indirizzo.
Sono stati questi elementi che hanno fatto scattare l'allarme nella mente dell’anziano genitore della parlamentare, l'ex parlamentare democristiano Mario Laganà, quando ieri, poco dopo le 11 ha ritirato la posta. Senza neppure aprire quella missiva ha chiamato la figlia a Roma dove è impegnata nelle attività parlamentari, per informarla dell'arrivo di questa ennesima minaccia. L'indicazione che l'onorevole Maria Grazia Laganà ha dato al genitore è stata chiara di chiamare il dirigente del Commissariato di Siderno, il questore Rocco Romeo, e consegnare la missiva per gli accertamenti del caso.
Il contenuto della busta, composto con il già sperimentato metodo del collage utilizzando ritagli di giornali, riproduceva le già note sinistre minacce di morte. Non più frasi tipo “ti controllo, nessuno potrà salvarti, smettila di agitarti”, o sinistre foto ritagliate dai giornali con disegnato sulla fronte un proiettile, ma un chiaro avvertimento i killer colpiranno. Infatti la missiva oltre all'avvertimento “tu credi che non facciamo sul serio” conteneva la chiara e decisa minaccia: “salterai in aria”. La lettera, consegnata dal dirigente capo della Polizia alla procura di Locri perché provveda a trasmetterla alla Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria, è un'ulteriore dimostrazione che la “regia” che sta pilotando la vicenda tiene costantemente sotto controllo la parlamentare dell'Ulivo. Ed è questo aspetto che continua a destare preoccupazione tra gli investigatori. Nonostante i servizi di difesa intorno alla parlamentare siano stati rafforzati, nessuno dimentica che oltre alle lettere minatorie, la vedova di Fortugno già a dicembre scorso era fatta oggetto di una prima minaccia di morte (“morirai entro dicembre”), accompagnata da due ordigni,uno dei quali molto potente. A collocarli fu un 36enne ex poliziotto, Francesco
Chiefari, originario di Roccella, già radiato dal corpo nel 2004 per reati mafiosi e perché ritenuto colluso con i clan della Locride e che per un certo periodo ha anche prestato sevizio presso il posto fisso di Polizia del Pronto Soccorso dell'ospedale di Locri durante il periodo in cui Fortugno svolgeva pienamente l'attività ospedaliera come primario. In quella circostanza furono i Carabinieri del Nucleo Territoriale di Locri che,guidati dal colonnello Francesco Iacono, impedirono che le minacce si potessero concretizzare individuando l'autore dei messaggi e scoprendo i due ordigni. Il primo, di basso potenziale, collocato il 14 nell'ospedale di Siderno accanto alla porta dell'Ufficio del cognato Domenico, fratello del compianto Fortugno. Il secondo invece, di alto potenziale (14 panetti di tritolo), collocato in un bagno di servizio ubicato nell'ingresso nell'ospedale civile di Locri. Quella preoccupante vicenda, esplosa nell'imminenza delle interrogazioni dei collaboratori di giustizia, continua a restare nelle fosche nebbie della non chiarezza. Quello che invece si rivela è che man mano che vengono approfondite le fasi del processo in corso presso la Corte d'Assise del Tribunale di Locri ,dopo l'avvio dello scorso 30 maggio avvenuto con qualche stonatura (non erano state effettuate nei termini le notifiche ad alcuni imputati), il clima, intorno alla vedova Fortugno, si va appesantendo sempre di più. Ritornano a manifestarsi minacce ed aggressioni di ogni tipo. La lettera di ieri ne è un chiaro esempio. Ma la parlamentare, come ha sottolineato in un breve colloquio telefonico da Roma ha manifestato una maggiore determinazione di quella che fino ad oggi ha caratterizzato il suo atteggiamento nel ricercare «a verità sulla morte di mio marito». Comprende che il momento è difficile e che è in atto un viscido tentativo di «isolarla», «impaurila» e «farla desistere». Ma lei non ha proprio intenzione di indietreggiare «a maggior ragione, adesso che le attività di aggressione,i tentativi di delegittimazione e di condizionamento nei miei confronti si vanno facendo più aggressivi» ha affermato con voce decisa. La parlamentare ha ribadito la propria volontà di far comprendere «a tutti che nulla e nessuno mi fermerà nel mio sforzo affinché siano individuati tutti i responsabili della morte di mio marito ed affinchè le indagini proseguano ad ogni livello ed in ogni direzione». La determinazione infatti è quella che sul banco degli imputati possa sedersi quella che il sostituto procuratore della Dda di Reggio Calabria, Scuderi, ha definito «la mente» e non si fermino solo alla fase dell'esecuzione e dell'organizzazione dell'omicidio.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it