Leggi argomento - Via D'amelio: coinvolti i servizi segreti? DA lastampa.it

Oggi è lun nov 20, 2017 9:41 am

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Via D'amelio: coinvolti i servizi segreti? DA lastampa.it
MessaggioInviato: mer lug 18, 2007 1:18 am 
Non connesso
Membro Direttivo
Membro Direttivo

Iscritto il: ven ago 13, 2004 2:39 am
Messaggi: 4247
Mafia, strage di via d'Amelio:
la procura indaga sui servizi segreti
Una foto di archivio del giudice Paolo Borsellino ucciso dalla mafia

"Apparati deviati coinvolti nella
strage in cui morì Paolo Borsellino"
ROMA
Le ultime «carte» utili all’indagine sulla strage di Via D’Amelio del 19 luglio 1992, i magistrati della Procura di Caltanissetta che coordinano l’inchiesta sull’uccisione del procuratore Paolo Borsellino e degli agenti della scorta, le hanno acquisite una decina di giorni addietro a Palermo. A prelevarle negli uffici del Procura di Palermo sono stati personalmente il "reggente" l’ufficio inquirente di Caltanissetta, il procuratore aggiunto Renato di Natale, ed il sostituto Rocco Liguori.

I documenti acquisti dai magistrati nisseni riguardano il telecomando usato per far `brillarè l’autovettura imbottita di esplosivo che in via Mariano D’Amelio a Palermo provocò la strage. Di alcuni telecomandi del tutto simili a quelli usati per uccidere Borsellino il 19 luglio del 1992, rinvenuti in un casolare a disposizione di Giovanni Brusca nelle campagne di San Giuseppe Jato, si era già parlato il 18 aprile scorso nel corso di un vertice alla Dna convocato dal Procuratore nazionale Pietro Grasso e al quale presero parte di Magistrati di Palermo, Caltanissetta e Catania. E proprio due esperti in intercettazioni consulenti della Procura Etnea sono indagati a Caltanissetta per associazione mafiosa e concorso in strage perché sospettati di aver fornito i telecomandi. Nell’inchiesta relativa alla fornitura di telecomandi, adesso, sarebbe anche coinvolto un imprenditore palermitano.

Nel corso di quel vertice romano si discusse pure di una pista d’indagine che vedrebbe il coinvolgimento di «ambienti non mafiosi» nella strage di via D’Amelio. Adesso nell’inchiesta dei magistrati nisseni - che da tempo hanno concluso quella sulla scomparsa dell’agenda rossa di Paolo Borsellino subito dopo la strage e devono ancora decidere se chiedere o meno il rinvio a giudizio di un ufficiale dei carabinieri indagato per false dichiarazioni al Pm - torna a parlarsi dell’ombra dei servizi segreti deviati dietro la strage. La notizia della riapertura dell’indagine su servizi segreti deviati, che non ha trovato conferma da parte del procuratore Di Natale, ma neanche smentita, si potrebbe far risalire ad alcuni mesi fa. All’attenzione dei Pm di Caltanissetta ci sarebbe anche la presenza insolita di un poliziotto sul luogo della strage poco dopo l’esplosione dell’autobomba, agente che era stato trasferito da tempo a Firenze perché intercettato mentre rivelava alcune notizie relative ad indagini su un traffico di droga.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it