Leggi argomento - Raccontiamo il mondo universitario in agitazione

Oggi è ven nov 24, 2017 3:25 pm

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 10 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Raccontiamo il mondo universitario in agitazione
MessaggioInviato: mer ott 29, 2008 5:18 pm 
Non connesso
Membro Direttivo
Membro Direttivo
Avatar utente

Iscritto il: lun ott 11, 2004 7:32 pm
Messaggi: 367
Località: Locri-Cosenza
In questo periodo il mondo universitario è in agitazione a causa (tra le altre cose) dei tagli previsti dalla legge finanziaria al fondo di finanziamento ordinario all'università pubblica e al taglio dei turn over del personale docente. Personalmente ritengo che la protesta sia condivisibile (sebbene noto una disinformazione e un qualunquismo diffuso tra i miei colleghi all'UNICAL). Sarebbe però utile documentare lo stato di agitazione delle università italiane attraverso un resoconto (critico) dalle tante sedi universitarie nelle quali sono presenti studenti locridei.

Questa mattina, a seguito di una serie di manifestazioni (che hanno visto aule occupate, lezioni all'aperto, cortei di protesta e una seguitissima assemblea d'ateneo tenutasi ieri mattina), la facoltà di Ingegneria dell'UNICAL è stata (più o meno simbolicamente) occupata. In molte aule non è stato possibile entrare a causa degli studenti barricati all'interno, in altre si è tenuta lezione regolarmente. E' stata inoltre indetta (cito) un'assemblea permanente con inizio ogni giorno alle ore 9 nell'aula A, cubo 40 c.

Per ulteriori informazioni sulle manifestazioni in programma all'unical, e sui motivi della protesta (su questo, a dire il vero, la fonte è meno attendibile) vi rimando a http://comitatounical.blogspot.com/.

Termino il mio (auto assegnato :P) compito di reporter postando alcune foto della facoltà.

Attendo fiducioso di leggere altri reportage da altre università.


Allegati:
volantino2.jpg
volantino2.jpg [ 347.11 KiB | Osservato 3417 volte ]
29102008009.jpg
29102008009.jpg [ 346.6 KiB | Osservato 3416 volte ]
29102008008.jpg
29102008008.jpg [ 391.14 KiB | Osservato 3416 volte ]

_________________


L'interminabile tempo mi adopera come un fruscio. [Dolina notturna, Ungaretti]

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Raccontiamo il mondo universitario in agitazione
MessaggioInviato: mer ott 29, 2008 8:39 pm 
Non connesso
Fondatore Associazione
Avatar utente

Iscritto il: dom set 19, 2004 10:27 pm
Messaggi: 1481
Località: Locri-Roma
ma sei mesi va chi è che ha votato??
ora ci lamentiamo tutti?non ci erano bastati 5 anni di demopazzia...ne volevamo altri 5....questo è solo l'inizio dello sprofondare nella merda...amen!!

..

_________________
SCUSA MARI, IO SCRIVERO’, VISTO CHE MI VUOI LASCIARE,
(GRAZIE A DIO, GRAZIE A TE!), PERCHE’ A KATMANDU ALLA FESTA DI MARIA
ERO NEL LETTO DI LUCIA CON AIDA, ROSITA E RARE TRACCE DI GIANNA


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Raccontiamo il mondo universitario in agitazione
MessaggioInviato: mer ott 29, 2008 9:38 pm 
Non connesso
Membro Direttivo
Membro Direttivo
Avatar utente

Iscritto il: lun ott 11, 2004 7:32 pm
Messaggi: 367
Località: Locri-Cosenza
Non io, ma certo una larga maggioranza degli elettori italiani, purtroppo (dal mio punto di vista).

Il topic non era sulla situazione politica del nostro paese ma sulla protesta nelle università... ma visto che si va off topic... e a proposito di elezioni... vaiu off topic puru eu. In questi giorni, mentre il decreto gelmini (che suscita le ire degli universitari italiani, pur non contenendo una riga riguardo ai tagli all'università) era in discussione al senato della repubblica, alla camera approdava il disegno di legge per la riforma della legge elettorale per il parlamento europeo, che (tra le altre cose) prevede l'abrogazione del voto di preferenza, il che mi pare una cosa abbastanza grave.

Tornando al merito di questo topic, il consiglio di facoltà della Facoltà di Ingegneria dell'UNICAL ha deliberato oggi pomeriggio la sospensione delle attività didattiche da giorno 30 ottobre 2008 a giorno 3 novembre (escluso) in segno di protesta contro i tagli all'università previsti dalla finanziaria.

_________________


L'interminabile tempo mi adopera come un fruscio. [Dolina notturna, Ungaretti]



Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Raccontiamo il mondo universitario in agitazione
MessaggioInviato: gio ott 30, 2008 12:00 am 
Non connesso
Membro Direttivo
Membro Direttivo

Iscritto il: ven ago 13, 2004 2:39 am
Messaggi: 4247
Non si può scindere....hanno messo una che con l'istruzione non ci azzecca nulla...stranamente da Brescia si è mollata a Catanzaro a fare l'esame di stato per diventare avvocata...tra le altre cose fino a questo momento questo governo in tutti gli ambiti ha preso solo decisioni tampone o populista....purtroppo temo che andando avanti il termine pubblico diventerà un ricordo...e non voglio pensare al resto perchè mi deprimo troppo.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Raccontiamo il mondo universitario in agitazione
MessaggioInviato: gio ott 30, 2008 1:07 am 
Non connesso
Associatu
Associatu
Avatar utente

Iscritto il: mar gen 11, 2005 1:01 am
Messaggi: 1987
Località: Locri
reggio calabria non catanzaro

_________________


ubi maior, minor cessat - FORZA LOCRI



Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Raccontiamo il mondo universitario in agitazione
MessaggioInviato: gio ott 30, 2008 1:58 am 
Non connesso
Membro Direttivo
Membro Direttivo

Iscritto il: ven ago 13, 2004 2:39 am
Messaggi: 4247
vabè... cambia la città ma non il perchè vista l'epoca dei fatti


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Raccontiamo il mondo universitario in agitazione
MessaggioInviato: gio ott 30, 2008 10:48 am 
Non connesso
Associatu
Associatu
Avatar utente

Iscritto il: mar gen 11, 2005 1:01 am
Messaggi: 1987
Località: Locri
giusto per essere precisi... :D

_________________


ubi maior, minor cessat - FORZA LOCRI



Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Raccontiamo il mondo universitario in agitazione
MessaggioInviato: ven ott 31, 2008 5:48 pm 
Non connesso
Fondatore Associazione
Avatar utente

Iscritto il: mar ago 10, 2004 2:27 am
Messaggi: 2595
Località: Reggio, Locri, Cosenza e a volte Roma, ma sempi supa a nu trenu!
Qui a Cs sto vivendo la cosa in maniera filtrata perchè non frequento direttamente l'uni però da quel che noto vedo anche io una certa disinformazione a vari livelli.
Ho notato soprattutto un fenomeno stranissimo. L'essere a favore o meno della riforma è spesso confuso con l'essere a favore o meno delle forme di protesta.
Mi spiego. Se mi dà fastidio che le aule sono occupate allora invece di prendermela per questo e cmq condividere lo spirito della protesta no automaticamnte divento a favore della Gelmini. E cosi' via. Mi sembra assurdo.

A parte questo fenomeno che spero sia solo un'impressione o meglio un'errata interpretazione delle "comunicazioni" che mi arrivano ho notato con un certo piacere...e devo dire rimasto affascinato dalle lezioni all'aperto che ho visto ad esempio al centro commerciale metropolis da parte della facoltà di ingegneria con un'interessante lezione sulla "bellezza delle città" (ing. civile) e poi in altri luoghi di rende sempre altri prof con a seguito gli studenti. Una forma intelligente di protesta e che permette di non perdere prezioso tempo accademico.

Sempre a Cs forme a mio avviso sbagliato di protesta o di mancanza di consapevolezza...
Su tutti la strampalata idea di bloccare l'autostrada (si passa dalla parte del torto) o il "si andiamo a Roma...ma chi ci finanzia???!" come se manifestare dovesse essere retribuito o cmq spesato da qualcuno... Che poi questo possa avvenire ok, ma non dovrebbe essere la condizione sine qua non...

Per il momento è tutto...torno alla mia vita di universitario fuori uni... :P


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Raccontiamo il mondo universitario in agitazione
MessaggioInviato: sab nov 01, 2008 1:49 pm 
Non connesso
Fondatore Associazione
Avatar utente

Iscritto il: mar ago 10, 2004 2:27 am
Messaggi: 2595
Località: Reggio, Locri, Cosenza e a volte Roma, ma sempi supa a nu trenu!
IL PUNTO
Scontri di Piazza Navona
la verità monca del governo
Una serie di immagini dimostrano che prima i giovani di estrema destra
picchiano a sprangate alcuni studenti medi senza che nessuno intervenga
di ANDREA DI NICOLA

Scontri di Piazza Navona la verità monca del governo

Uno studente aggredito da Blocco studentesco prima degli scontri
ROMA - Uno scontro, anzi un assalto dei centri sociali contro i ragazzi pacifici di Blocco studentesco. La verità costruita dalla polizia e confezionata dal governo è bell'e pronta per andare in onda su Tg e televisioni. Tutto vero: gli universitari sono entrati in piazza Navona ed hanno affrontato i neofascisti di Blocco studentesco. Tutto vero, ma solo una parte della verità. Una parte perché non dice cosa è successo in quella piazza romana prima dello scontro. Non dice insomma, come ricostruito da un ragazzo che ha scritto a Repubblica e come testimoniato da decine di foto che, prima dell'azione degli universitari, un camioncino pieno di mazzieri aveva aggredito a cinghiate e a sprangate gruppi di quindicenni che fino a quel momento avevano giocosamente, accompagnati dai loro professori, contestato il decreto Gelmini.

Dal famigerato pulmino bianco sono scesi studenti, molti evidentemente fuoricorso, che a botte e calci si sono posizionati nel cuore dell'assembramento di ragazzini delle medie superiori spargendo violenza e terrore allo scopo di connotare a destra la protesta studentesca. Solo a questo punto intervengono gli universitari chiamati dai più giovani per cercare una difesa che la polizia non ha saputo offrire. Dal corteo della Sapienza arriva un gruppone, a mani nude tanto che per attaccare usano i tavolini e le sedie dei bar che trovano in piazza e inizia il confronto con i neofascisti.

Per motivi oscuri le forze dell'ordine si accorgono solo di questa seconda fase della prima, dell'attacco ai liceali da parte di Blocco studentesco non si accorgono. I funzionari di polizia, che pure non erano distanti da dove avveniva il macello dei diritti, dicono di non essersene accorti e non ne fanno cenno nelle loro ricostruzioni. Tanto meno ne fa cenno in Parlamento il sottosegretario Nitto Palma vendendo al Parlamento e al Paese una verità monca che però le tecnologie smontano nel giro di poche ore. Le foto parlano chiaro e, a meno che questo non sia un Paese di maestri di Photoshop, ci dicono che quella del governo e della questura è una verità monca. Quasi una menzogna.
(31 ottobre 2008)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Raccontiamo il mondo universitario in agitazione
MessaggioInviato: sab nov 01, 2008 4:53 pm 
Non connesso
Membro Direttivo
Membro Direttivo
Avatar utente

Iscritto il: lun ott 11, 2004 7:32 pm
Messaggi: 367
Località: Locri-Cosenza
Non volendo entrare nel merito della questione chi-ha-aggredito-chi (anche se dalle immagini e dal materiale fotografico mi pare lapalissiano), mi interrogo sul mancato intervento delle forze dell'ordine, che pure presenti in zona (come anche confermato dalla relazione "ufficiale" del governo) non si sono frapposti tra le due fazioni per evitarne il contatto, e sono invece intervenuti dopo ben 3 minuti (tempo che sembra esiguo, ma che ha permesso alle due fazioni di devastare una piazza intera).

Lungi da me avanzare accuse che non posso dimostrare, ma è un fatto che accadimenti come quelli verificatisi non facciano altro che qualificare agli occhi dell'opinione pubblica come violento (e quindi pubblicamente deprecabile) un movimento che (tutt'altro dall'essere violento) avanza rivendicazioni sacrosante contro una serie di disposizioni da parte del governo atte a diminuire le già esigue risorse finanziarie dedicate all'università e alla ricerca.

Warriors ha scritto:
Mi spiego. Se mi dà fastidio che le aule sono occupate allora invece di prendermela per questo e cmq condividere lo spirito della protesta no automaticamnte divento a favore della Gelmini. E cosi' via. Mi sembra assurdo.


Purtroppo è così, c'è molta gente che non percepisce il pericolo che l'università pubblica sta correndo, ma ancora di più il Paese intero, in quanto la ricerca scientifica è un settore strategico per le economie di tutti i paesi, ma in particolare per il nostro, povero com'è di risorse naturali.

Segnalo, infine, agli interessati che sul sito http://comitatounical.blogspot.com/ è stato pubblicato il calendario delle lezioni all'aperto previste per i prossimi giorni.

_________________


L'interminabile tempo mi adopera come un fruscio. [Dolina notturna, Ungaretti]



Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 10 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it