Leggi argomento - E voi quanto e quando usate il dialetto?

Oggi è gio nov 23, 2017 7:26 am

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 19 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: E voi quanto e quando usate il dialetto?
MessaggioInviato: ven mag 18, 2007 10:13 am 
Non connesso
Fondatore Associazione
Avatar utente

Iscritto il: mar ago 10, 2004 2:27 am
Messaggi: 2595
Località: Reggio, Locri, Cosenza e a volte Roma, ma sempi supa a nu trenu!
Da Repubblica.it

SCUOLA & GIOVANI
Invia
Stampa

I dati di una ricerca dell'Istat: cresce il numero di chi lo utilizza
esclusivamente, e molti lo alternano spesso alla lingua italiana
Il dialetto sfonda tra gli studenti
sempre meno parlano solo italiano
di SALVO INTRAVAIA

<B>Il dialetto sfonda tra gli studenti<br>sempre meno parlano solo italiano</B>
La rivincita del vernacolo sulla lingua nazionale? Non esattamente, ma quello messo in evidenza dall'Istat sembra un segnale interessante. Chi pensa che l'uso del dialetto fra i giovani non sia di moda dovrà ricredersi. Gli studenti che si esprimono esclusivamente in italiano sono in calo rispetto a sei anni fa mentre cresce il numero di coloro che utilizzano 'esclusivamente' il dialetto. In mezzo, ci sono un quarto di ragazzi ancora tra i banchi di scuola che dichiarano di alternare i due modi di esprimersi.
E ancora, cresce la conoscenza delle lingue straniere che però resta di bassa qualità, con la scuola che risulta il luogo privilegiato per l'acquisizione dei primi elementi ma il 'fai da te' che raddoppia rispetto a sei anni fa e dà risultati di gran lunga migliori.

E' quanto emerge dall'ultima pubblicazione dell'Ufficio nazionale di statistica dal titolo 'La lingua italiana, i dialetti e le lingue straniere'.
Abbastanza rappresentativo il campione di 24 mila famiglie intervistate nel 2006 con soggetti di tutte le età. Nel complesso della popolazione di oltre 6 anni cresce l'uso dell'italiano e delle lingue straniere a scapito dei dialetti in tutti e tre i contesti analizzati: in famiglia, con gli amici e con gli estranei. Ma tra gli studenti le cose vanno diversamente: il dato è in controtendenza. Scoperta del dialetto come forma di recupero delle tradizioni? O altro?

Il dialetto e l'italiano fra i giovani. Diminuisce l'uso 'esclusivo' dell'italiano tra gli studenti in tutti e tre contesti esaminati. Ma soprattutto, quando si trovano al cospetto di persone con le quali non hanno nessuna confidenza. A colloquio con gli estranei l'uso esclusivo dell'italiano passa dal 89,3 all'86,8 per cento. E se in famiglia è comprensibile che nonni e genitori utilizzino ancora frasi e vocaboli appartenenti ai luoghi di origine, a sorpresa fra i ragazzi si registra un incremento di coloro che usano 'solo o prevalentemente il dialetto'. In compagnia degli amici il tasso passa dal 4,3 per cento del 2000 al 5 per cento del 2006.

L'uso delle lingue straniere e la scuola. A parere dei 54 mila intervistati di ogni età 'la scuola è cattiva maestra'. Meglio il 'fai da te'. Anche se quasi tutti vengono a contatto con le lingue straniere a scuola. Quasi 9 intervistati su 10 dichiarano che la lingua straniera meglio conosciuta è stata appresa durante il percorso scolastico. Ma quali sono i risultati quando gli italiani si trovano a conversare con uno straniero o durante la lettura di un libro o un giornale? Decisamente male. Più di 42 giovani fra i 6 e i 24 anni hanno scarse (o addirittura nulle) capacità di 'tenere una conversazione'. E 32 su 100 svolgono il compito in maniera appena sufficiente. Va un po' meglio nella comprensione quando si ascolta o si legge, ma la situazione peggiora nuovamente quando occorre cimentarsi con la scrittura.
Non c'è da meravigliarsi, perché tra chi ha appreso le lingue a scuola appena un terzo ritiene di avere una buona comprensione e uno su 5 si considera il grado di avere una buona capacità di conversazione. Risultati che raddoppiano studiando da soli: a casa con un buon corso in dvd o su cd.

(17 maggio 2007)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven mag 18, 2007 10:26 am 
Non connesso
Fondatore Associazione
Avatar utente

Iscritto il: mar ago 10, 2004 2:27 am
Messaggi: 2595
Località: Reggio, Locri, Cosenza e a volte Roma, ma sempi supa a nu trenu!
Io mai con gli estranei, qualche volta per scherzare in famiglia, piu' spesso con gli amici, ma sempre per enfatizzare qualcosa o scherzare.
A volte ritengo che alcune parole in dialetto siano piu' appropriate delle corrispettive in italiano o capita pure che non esistano in italiano e si dovrebbe invece utilizzare una piu' complicata locuzione..
Insomma il mio rapporto con il dialetto è equilibrato. Mi piace conoscerlo e conoscere le diverse varianti.
Varianti che come ben sappiamo cambiano di paese in paese fino ad arrivare al punto che difficilmente è possibile sostenere una conversazione in dialetto con i calabresi di altre zone...

Stando a Roma ho avuto modo di conoscere gente di ogni dove: trovo insopportabile l'italianizzazione di frasi tipiche e costruzioni verbali derivanti dal proprio dialetto. Ognuno di noi dovrebbe fare uno sforzo nel riconoscerle e capire che non è il caso di utilizzarle con il resto del mondo.

Esempi:
Calabro
Il nostro "Com'è?" (Come va?Come stai?) a parte noi non lo capisce nessuno!

Campano
"Mi sono sentito di fregare" (mi so' sentito di fottere) che significa "ci sono rimasto male", ho rosicato (come dicono a roma), ma a stricai (come diciamo noi, ma che già nelle altre zone della calabria ha un significato piu' volgare tipo me la sono spinnata)

"Io scendo" = io esco

Romano
Non gliela faccio= non ce la faccio, non sono in grado

"stare" al posto di "essere"

Pescarese

Gli si è creato = gli è venuto in mente

Pugliese

Portati l'ombrello, ancora si mette a piovere= portati l'ombrello, metti che si mette a piovere..

E poi l'uso del "te" al posto del piu' corretto "tu" comune in tanti dialetti italianizzati

Altri esempi?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven mag 18, 2007 6:56 pm 
Non connesso
Associatu
Associatu
Avatar utente

Iscritto il: mar gen 11, 2005 1:01 am
Messaggi: 1987
Località: Locri
è molto meglio l'uso del VOI che il TE....


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sab mag 19, 2007 3:48 pm 
Non connesso
Associatu
Associatu
Avatar utente

Iscritto il: dom apr 10, 2005 10:34 pm
Messaggi: 420
Località: Latina-Locri
profeta17 ha scritto:
è molto meglio l'uso del VOI che il TE....


il VOI dà troppo il senso di sottomissione -_-

_________________
Want a Mac? Have an Hack! XD


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom mag 20, 2007 3:56 pm 
Non connesso
Associatu
Associatu
Avatar utente

Iscritto il: mar gen 11, 2005 1:01 am
Messaggi: 1987
Località: Locri
P10 ha scritto:
profeta17 ha scritto:
è molto meglio l'uso del VOI che il TE....


il VOI dà troppo il senso di sottomissione -_-


ma ke dici...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom mag 20, 2007 9:29 pm 
Non connesso
Cristianuni
Cristianuni
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 30, 2004 6:33 pm
Messaggi: 675
Località: LOCRI !!!
profeta17 ha scritto:
P10 ha scritto:
profeta17 ha scritto:
è molto meglio l'uso del VOI che il TE....


il VOI dà troppo il senso di sottomissione -_-


ma ke dici...


NO COMMENT :shock:

_________________
"Chi legge sa molto, ma chi osserva sa ancora di più"


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom mag 20, 2007 9:35 pm 
Non connesso
Associatu
Associatu
Avatar utente

Iscritto il: dom apr 10, 2005 10:34 pm
Messaggi: 420
Località: Latina-Locri
purtroppo è vero, il VOI è troppo ossequioso

_________________
Want a Mac? Have an Hack! XD


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom mag 20, 2007 9:40 pm 
Non connesso
Fondatore Associazione
Avatar utente

Iscritto il: dom set 19, 2004 10:27 pm
Messaggi: 1481
Località: Locri-Roma
P10 ha scritto:
purtroppo è vero, il VOI è troppo ossequioso


si è vero...

_________________
SCUSA MARI, IO SCRIVERO’, VISTO CHE MI VUOI LASCIARE,
(GRAZIE A DIO, GRAZIE A TE!), PERCHE’ A KATMANDU ALLA FESTA DI MARIA
ERO NEL LETTO DI LUCIA CON AIDA, ROSITA E RARE TRACCE DI GIANNA


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun mag 21, 2007 8:58 am 
Non connesso
Fondatore Associazione
Avatar utente

Iscritto il: mar ago 10, 2004 2:27 am
Messaggi: 2595
Località: Reggio, Locri, Cosenza e a volte Roma, ma sempi supa a nu trenu!
Io continuo a preferire il nostro VOI quando sono giu' (mi viene piu' spontaneo) ed il LEI sopra Cosenza...ma solo xkè mi sembra innaturale il contrario...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun mag 21, 2007 11:14 am 
Non connesso
Membro Direttivo
Membro Direttivo

Iscritto il: ven ago 13, 2004 2:39 am
Messaggi: 4247
il voi io lo detesto proprio forse usare il lei è davvero l'unica cosa che ho imparato all'università


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun mag 21, 2007 11:21 am 
Non connesso
Membro Direttivo
Membro Direttivo
Avatar utente

Iscritto il: lun ott 11, 2004 7:32 pm
Messaggi: 367
Località: Locri-Cosenza
Personalmente percepisco il "Lei" come più freddo ed formale, mentre il "Voi come più confidenziale e informale. Uso il "Lei" con persone con cui non ho alcuna confidenza o quando voglio mantenere le distanze (qualcuno che mi fa nchianari i cazzi).

Per quanto riguarda l'uso del "te" al posto del "tu"... la questione è diversa.
Il "te" è la forma debole (assieme a "ti") del pronome personale seconda persona singolare, ed è usato per rendere il complemento oggetto e i complementi indiretti. Usare il "te" per rendere anche il soggetto è un errore di sintassi, mutuato da espressioni dialettali del nord Italia; ma la cosa più drammatica è che al nostro orecchio tali espressioni, come alcune espressioni palesemente scorrette mutuate da forme dialettali toscane, sembrano addirittura più eleganti che non una espressione perfetetamente corretta ma pronunciata con accento meridionale.

_________________


L'interminabile tempo mi adopera come un fruscio. [Dolina notturna, Ungaretti]



Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun mag 21, 2007 11:41 am 
Non connesso
Associatu
Associatu
Avatar utente

Iscritto il: mar gen 11, 2005 1:01 am
Messaggi: 1987
Località: Locri
Warriors ha scritto:
Io continuo a preferire il nostro VOI quando sono giu' (mi viene piu' spontaneo) ed il LEI sopra Cosenza...ma solo xkè mi sembra innaturale il contrario...


infatti, è una cosa quasi naturale...soprattutto se parli in dialetto o con chiunque comunichi che ti parla usando il dialetto, non farà altro che usare il VOI e lo sappiamo benissimo, xkè fa parte del costrutto delle frasi...io non riuscirei a parlare in dialetto usando il LEI...pure il suono della frase sarebbe strano...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun mag 21, 2007 3:38 pm 
Non connesso
Membro Direttivo
Membro Direttivo

Iscritto il: ven ago 13, 2004 2:39 am
Messaggi: 4247
chiaro per il dialetto il voi... ma purtroppo è una forma che viene poi troppo usata anche quando si parla in italiano


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun mag 21, 2007 4:07 pm 
Non connesso
Associatu
Associatu
Avatar utente

Iscritto il: dom apr 10, 2005 10:34 pm
Messaggi: 420
Località: Latina-Locri
profeta17 ha scritto:
Warriors ha scritto:
Io continuo a preferire il nostro VOI quando sono giu' (mi viene piu' spontaneo) ed il LEI sopra Cosenza...ma solo xkè mi sembra innaturale il contrario...


infatti, è una cosa quasi naturale...soprattutto se parli in dialetto o con chiunque comunichi che ti parla usando il dialetto, non farà altro che usare il VOI e lo sappiamo benissimo, xkè fa parte del costrutto delle frasi...io non riuscirei a parlare in dialetto usando il LEI...pure il suono della frase sarebbe strano...
io più che costrutto parlerei di tradizione o usanza.
e comunque il voi è molto più freddo del lei

_________________
Want a Mac? Have an Hack! XD


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun mag 21, 2007 6:14 pm 
Non connesso
Vici-Presidenti
Vici-Presidenti
Avatar utente

Iscritto il: lun set 06, 2004 4:13 pm
Messaggi: 2380
Località: Moschetta di Locri RC
Il voi cmq è una eredita dei nostri dominatori spagnoli i quali ancora oggi lo usano come in una forma di cortesia, anche se a me non piace per nulla, è pur vero che fa parte della nostra genetica.

_________________


Il mondo si cambia 10 minuti al giorno. 6 miliardi di persone, gli abitanti del globo terracqueo, che dedicano a questo scopo giustappunto 10 minuti al giorno, dal 1 gennaio al 31 dicembre sommano un monte orario di 365 miliardi di ore all'anno.



Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 19 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it