Leggi argomento - Un futuro senza nuovi record

Oggi è gio nov 23, 2017 9:21 am

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 2 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Un futuro senza nuovi record
MessaggioInviato: mar feb 05, 2008 11:48 pm 
Non connesso
Associatu
Associatu
Avatar utente

Iscritto il: mer set 08, 2004 6:56 pm
Messaggi: 500
Località: Locri-Commenda di Rende
L’era delle grandi prestazioni sportive in grado di infrangere i precedenti primati e record è ormai al tramonto. L’annuncio, a pochi mesi dalle Olimpiadi di Pechino, arriva da due ricercatori, Alan Nevill dell’università di Wolverhampton e Greg Whyte dell’English Institute of Sport.

In un saggio pubblicato sul Medicine & Science in Sport & Exercise gli scienziati hanno spiegato che il record del mondo dei 1500 metri piani femminili è un limite che non potrà essere infranto senza l’utilizzo di droghe. “Molti dei primati di corsa stabiliti da uomini e donne nella media e lunga distanza sono già quasi al limite massimo. Questo, almeno, se si dà per scontato il non utilizzo di ingegneria scientifica e droghe. Comunque – ha concluso il professor Neville – non si potrà vedere infranto l’attuale record femminile dei 1500 metri finché gli esseri umani non avranno modificato la loro struttura genetica”.

Ma la teoria non convince tutti, soprattutto gli sportivi. Chris Broadbent, della Scottish Athletics, ha ricordato che “i record sono solo raramente superati e quando ciò avviene è sempre con un ridottissimo margine. Quello che conta è l’allenamento e la disciplina”.

Liz McColgan, medaglia d’oro nei 10mila metri piani alle Olimpiadi di Seoul del 1988 ha spiegato: “Il professor Neville ha ragione per certi versi. Siamo vicini all’eccellenza ma penso che i record potranno ancora essere migliorati, anche se non spesso come oggi avviene. Con migliori tecniche di allenamento e di nutrizione e con atleti più forti e sani, si potranno ottenere dei nuovi primati”.

_________________

"Si cola cacava non moria abbuttatu!!!"



Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer feb 06, 2008 11:44 am 
Non connesso
Vici-Presidenti
Vici-Presidenti
Avatar utente

Iscritto il: lun set 06, 2004 4:13 pm
Messaggi: 2380
Località: Moschetta di Locri RC
Si ma spesso i record oggi sono stati infranti per mezzo dell'utilizzo di nuovi materiali (tutine scarpine ecc) o altre volte legate alle condizioni ambientali, spinta del vento pista in condizioni piu che ottime ecc (record legati alla corsa). Certo il fisico umano ha dei limiti e questa ricerca dice che con le tecniche attualmente in uso di allenamento sono stati raggiunti, ma io aggiungo che questa verità scientifica intanto "è vera al 95% (come buona parte delle verità scientifiche) poi che è vera allo stato attuale dele tecniche di indagine e di ricerca scientfica.

Ovvero l'affermazione corretta dovrebbe essere: con le conoscenze inerenti la ricerca scientifica che abbiamo oggi possiamo asserire che con una buona sicurezza le tecniche di allenamento che sono oggi in uso non permettono al fisico umano di superare i limiti attuali che comunemnte vengono chiamati record, ma cio non toglie che le nostre tecniche di indagine possano essere obsolete nel giro di qualche mese.

Insomma io da (ormai ex) atleta apprendo in modo critico questa notizia, negli anni 80 si pensava che gli atleti neri fossero irraggiungibili, poi sono arrivati gli atleti "mulatti" (gli incroci di razza) ok è avvenuta la mutazione genetica in quel caso, ma questo non ha certo scoraggiato gli altri (bianchi giali e neri) che hanno di gran lunga, allenandosi, superato i limiti delle precedenti generazioni.

E poi una gara di corsa la vince chi è più allenato se uno punta al record si prepara appositamente e punta di farlo su quella pista che sa essere più veloce delle altre, anche se non escludo che l'introduzione di una nuova tecnica di allenamento possa migliorare alcune prestazioni.

_________________


Il mondo si cambia 10 minuti al giorno. 6 miliardi di persone, gli abitanti del globo terracqueo, che dedicano a questo scopo giustappunto 10 minuti al giorno, dal 1 gennaio al 31 dicembre sommano un monte orario di 365 miliardi di ore all'anno.



Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 2 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it