Caulonia

Stemma del Comune di Caulonia
Stemma del Comune di Caulonia
Informazioni Sintetiche
Informazioni sintetiche relative ad un comune
Numero di abitanti: 
7392
Denominazione degli abitanti: 
cauloniesi
Altitudine: 
228 metri s.l.m.
Distanza da Locri: 
42 km
Santo patrono: 
Sant'Ilarione Abate
Data festa patronale: 
21 ottobre
CAP: 
89041
Sindaco: 
Ammendolia Ilario (eletto 2007)
Municipio: 
Via Roma
Email: 
sconosciuto
Guardia Medica: 
0964/84224
Scuole: 
materna (Caulonia, Caulonia Marina, Ursini, Campoli, Focà, San Nicola), elementare (Caulonia, Caulonia Marina, Ursini, Campoli, Focà, San Nicola), media inf. (Caulonia, Caulonia Marina, Ursini), Istituto Agrario (Caulonia Marina)
Strutture Sportive: 
campo sportivo comunale, palazzetto dello sport, campo di calcio a 5
Associazioni: 

Pro Loco, Inps, Amici della Terra, Amici della Musica, Circolo Artistico, Complesso bandistico Città di Caulonia, Cgil, Cisl, Uil, Circolo Pensionati, Kaulon Dance, Cocis, Fisa, Caulonia (calcio)

Online: 

http://www.cauloniaonline.it/ (Sito su Caulonia)

Frazioni: 
Caulonia Marina (2500 abitanti), Ursini (750 ab.), Campoli (790 ab.), Focà (1200 ab.), San Nicola (600 ab.)
Confini comunali: 
Camini
Confini comunali: 
Placanica
Confini comunali: 
Roccella Jonica
Confini comunali: 
Stignano
Da Visitare: 
Chiesa Bizantina (C/da Eternità), affresco Bizantino (via Regina Margherita), Mausoleo dei Carafa (Chiesa Matrice), Porte urbiche (Allaro, Amusa, S. Antonio, Castello Normanno), Torre Camillari (Caulonia Marina), Presepe elettromeccanico (chiesa S. Zaccaria), Eremo di Sant’Ilarione (c/da San Nicola, parco Zija)
Annotazioni: 
-
Appuntamenti: 

- 1 gennaio: Concerto di Capodanno
- Sabato santo: Caracolo
- II domenica di maggio: Sant’Ilarione Abate
- 10/20 agosto: rassegna teatrale
- I domenica di settembre: Sagra della capra (c/da Crochi)
- 24 dicembre/6 gennaio: rassegna dei Presepi
- fine agosto: Tarantella Power

Riferimenti Bibliografici: 
1) Ricerche storiche su Caulonia, Davide Prota, Ed. Brenner (1981); 2) La repubblica di Caulonia, Simone Misiani, Ed. Rubbettino (1994)

CauloniaDenominata Castrum Vetus al tempo dei romani, in epoca medievale prese la denominazione di Castelvetere, per il Castello normanno dell’XI sec. Il ritrovamento di alcune strutture greco-romane in località Focà, indusse molti studiosi locali nel credere di essere in presenza dei resti dell’antica Kaulon. Proprio per questo la vecchia denominazione di Castelvetere venne cambiata nel 1863 con quella attuale di Caulonia, sebbene l’effettiva ubicazione dell’antica città magnogreca, sia stata successivamente scoperta da Paolo Orsi nei pressi del faro di Punta Stilo, nel comune di Monasterace. Le vicende feudali di Castelvetere hanno visto l’avvicendarsi di numerosi feudatari fin quando nel 1479 non passò nelle mani dei Carafa (fino al 1806).

Da visitare i ruderi del Castello normanno, restaurato dai Carafa nel XV sec., ma del quale restano solo la cinta muraria e le porte urbiche; la Chiesa Matrice, del XIV sec., che conserva un sepolcro marmoreo di Giacomo Carafa; la chiesa del Rosario, con un pulpito in legno del 1700; la chiesa di San Zaccaria, che presenta al suo interno un affresco bizantino raffigurante il Cristo Pantocreatore, e che ospita, intorno al periodo natalizio ma anche oltre, un bellissimo presepe elettromeccanico creato dallo scomparso parroco don Lamberto; la chiesa dell’Immacolata con al suo interno una statua lignea del Cristo alla Colonna (riconosciuta come monumento nazionale) ed alcune “verette” portate in giro per il paese ogni Sabato Santo dalle due antiche congreghe di Caulonia, quella del Rosario e quella dell’Immacolata, in una suggestiva processione chiamata Caracolo (termine derivante dall’arabo Karaare, “cullare”). Questa ha una particolare rilevanza perché è l’unica manifestazione del genere in tutta Italia, ma non solo, perché un altro Caracolo è svolto unicamente in Spagna.

Importante da segnalare anche la manifestazione estiva della Tarantella Power, nella quale, per una intera settimana, si balla e si canta al ritmo della tarantella.

Una curiosità: nel 1945, Caulonia è balzata agli interessi nazionali in seguito ad alcuni tumulti popolari che portarono alla proclamazione della Repubblica di Caulonia, che durò solo alcune settimane, in seguito all’intervento da parte dell’esercito.

Attualmente il comune si suddivide in due nuclei abitativi staccati e distinti, il centro storico di Caulonia Superiore e quello di Caulonia Marina.

Foto
Galleria Fotografica
Foto: 

Caulonia, panorama Caulonia, veduta

Mappe Satellitari
Un insieme di Google Maps relative al comune