Pazzano

Stemma del Comune di Pazzano
Stemma del Comune di Pazzano
Informazioni Sintetiche
Informazioni sintetiche relative ad un comune
Numero di abitanti: 
714
Denominazione degli abitanti: 
pazzanesi
Altitudine: 
410 metri s.l.m.
Distanza da Locri: 
47 km
Santo patrono: 
San Giuseppe
Data festa patronale: 
19 marzo
CAP: 
89040
Sindaco: 
Depace Franco (eletto 2010)
Municipio: 
Piazza 4 novembre
Guardia Medica: 
0964/731465
Scuole: 
materna, elementare, media
Strutture Sportive: 
campetto polivalente
Associazioni: 

Pro Loco, Concerto bandistico Città di Pazzano, Centro donna, La Sperimentale

Online: 

-

Frazioni: 
Montestella
Confini comunali: 
Bivongi
Confini comunali: 
Camini
Da Visitare: 
Eremo di Montestella
Annotazioni: 
Ostello della Gioventù (Montestella)
Appuntamenti: 

II domenica di agosto – San Salvatore
15 agosto – Santa Maria della Stella
I domenica di settembre – San Rocco

Riferimenti Bibliografici: 
-

Cartina PazzanoIl centro abitato di Pazzano nasce originariamente come quartiere minerario per l’estrazione di ferro e, proprio da quest’attività, nasce intorno al XIII sec. come villaggio di minatori. Si contavano all’incirca 25 miniere e questo piccolo record faceva di Pazzano il serbatoio minerale più importante del regno di Napoli. Nel 1735 Pazzano contava 220 famiglie per una popolazione complessiva di 939 persone. Posizionato tra i Monti Stella e Consolino, il piccolo centro è caratterizzato da terrazzamenti che danno all’abitato quella sensazione di movimento di case accatastate l’una sull’altra, comunicanti tramite stradine e scale esterne. Il luogo di incontro più importante di Pazzano è la Piazza (come del resto in tutti i comuni della Locride) dove si può ammirare la bella Fontana Vecchia.
In una delle chiese del paese si trova una tela del XIX sec. attribuita al Frangipane.
A 5 km a nord di Pazzano, a quota 682 metri, si giunge all’Eremo di Monte Stella dal quale, nelle giornate più limpide, si può godere di uno splendido panorama che allarga da Roccella Jonica a Capo Rizzuto. Il monte Stella fu interessato dalla presenza monastica italo-greca già prima dell’anno 1000 con l’arrivo in Calabria, da Oriente, di monaci sfuggiti alle persecuzioni arabe, diventando ideale luogo di rifugio.
L’Eremo, scavato nella roccia granitica e risalente all’XI sec., è accessibile percorrendo in discesa una lunga scalinata scavata nella pietra. Al suo interno si trovano alcuni affreschi bizantini e una bellissima statua della Madonna in marmo bianco risalente al 1562 di probabile fattura Gaginesca.

Foto
Galleria Fotografica
Foto: 

Pazzano Pazzano, abitato Pazzano, Montestella Montestella

Mappe Satellitari
Un insieme di Google Maps relative al comune