Sant'Agata del Bianco

Stemma del Comune di Sant'Agata del Bianco
Stemma del Comune di Sant'Agata del Bianco
Informazioni Sintetiche
Informazioni sintetiche relative ad un comune
Numero di abitanti: 
686
Denominazione degli abitanti: 
santagatesi
Altitudine: 
450 metri s.l.m.
Distanza da Locri: 
32 km
Santo patrono: 
Sant'Agata
Data festa patronale: 
5 febbraio
CAP: 
89030
Sindaco: 
Giuseppe Strangio (eletto 2011)
Municipio: 
piazza Municipio, 1
Guardia Medica: 
0964/956179
Scuole: 
materna, elementare
Strutture Sportive: 
campo di calcio 5
Associazioni: 

Pro Loco, Associazione Culturale “Tommaso Campanella”, Concerto Bandistico “A. Errigo”

Online: 

Il solco

Frazioni: 
-
Confini comunali: 
Bianco
Confini comunali: 
Caraffa del Bianco
Confini comunali: 
Casignana
Confini comunali: 
Ferruzzano
Confini comunali: 
Samo
Confini comunali: 
San Luca
Da Visitare: 
Palazzo Baronale (con portale del 1400)
Annotazioni: 
-
Appuntamenti: 

Agosto – estate Sant’Agatese

Riferimenti Bibliografici: 
-

Cartina Sant'Agata del BiancoIl paese nacque nel 1349 quando un gruppo di persone, avendo perso tutto a causa del terribile terremoto avvenuto in quell’anno, decisero di lasciare le campagne circostanti, unendosi in comunità. Si stabilirono nella zona denominata “Giardini di Campolaco”, costruendo così il nuovo paese, intitolandolo in onore a Sant’Agata, della quale erano molto devoti. Il paese domina tutta la costa jonica, da Capo Spartivento a Punta Stilo. Gli antichi mestieri calabresi sono ancora oggi ben rappresentati, soprattutto la cultura delle “pezzare” (coperte rustiche realizzate con pezzi di stoffa).
Da visitare la chiesa di Sant’Agata e i ruderi del Palazzo baronale di Ignazio Franco, ultimo barone di Sant’Agata, con il portale originale del 1400. Il paese diede i natali, nel 1924, allo scrittore Saverio Strati.

Mappe Satellitari
Un insieme di Google Maps relative al comune