Sant'Ilario dello Jonio

Stemma del Comune di Sant'Ilario dello Jonio
Stemma del Comune di Sant'Ilario dello Jonio
Informazioni Sintetiche
Informazioni sintetiche relative ad un comune
Numero di abitanti: 
1358
Denominazione degli abitanti: 
santilariesi
Altitudine: 
128 metri s.l.m.
Distanza da Locri: 
9 km
Santo patrono: 
Sant'Ilarione Abate
Data festa patronale: 
ultima domenica di ottobre
CAP: 
89048
Sindaco: 
Commissario prefettizio
Municipio: 
corso Umberto I
Gonfalone: 
Diviso: Nel primo, di rosso, alle due fasce di azzurro, il tutto attraversato da un ramoscello di quercia, di verde, fogliato di nove ghiandifero di quattro, d'oro, posto in banda alzata; Nel secondo, di azzurro, alla torre d'oro, murata di nero, merlata alla guelfa di cinque, finestrata di due di nero in palo, chiusa dello stesso, fondata sulla pianura di verde
Guardia Medica: 
0964/365625
Scuole: 
materna, elementare, media
Associazioni: 

Lados, ANSPI Sacro Cuore, Ass. Culturale Centro di Cultura e Folklore (Condojanni)

Online: 

-

Frazioni: 
Sant’Ilario dello Jonio Marina, Condojanni (350 abitanti)
Confini comunali: 
Ardore
Confini comunali: 
Ciminà
Confini comunali: 
Portigliola
Annotazioni: 
-
Appuntamenti: 

seconda domenica di ottobre – processione in onore di Sant’Ilarione Abate

Riferimenti Bibliografici: 
Franco Pancallo Editore (Condajanni e Sant'Ilario dello Jonio)

mappa sant'ilario dello jonioNasce originariamente da Condojanni, che sorse molti secoli prima di Sant’Ilario (e del quale ora si ritrova ad essere frazione). Dopo il XIV sec., il borgo di Condojanni si ribellò contro il Re di Napoli e proprio per questo, da quel momento, fu governato da diversi feudatari. Successivamente venne confiscata e venduta più volte a diversi principi, tra cui i Ruffo di Calabria e i Carafa, che furono gli ultimi a comprarla all’asta. Il borgo presenta al suo ingresso una bella e spaziosa piazza sulla quale si affaccia la chiesa di Sant’Antonio Abate (del X sec. e ricostruita nel 1930). Salendo verso la rocca dove sorge il Castello, sono presenti diversi palazzi baronali, nonché la chiesetta bizantina di Santa Caterina. Del Castello, risalente al periodo Normanno (XII sec.), sono visibili ancora tratti di torrioni, mura di cinta, e una torre quadrangolare del XI sec. di costruzione Saracena. Nel castello di Condojanni, invitati dal conte Marullo, sostarono molti pittori e poeti francesi.
Col passare degli anni, gli abitanti di Condojanni iniziarono a preferire il paese di Sant’Ilario sorto adiacente, e così il piccolo borgo perse d’importanza a discapito del secondo. Il centro storico di Sant’Ilario è attualmente abbastanza conservato e presenta una pianta risalente al periodo medievale. Sulla piazza centrale si affacciano numerosi palazzi del 1700, tra i quali spicca Palazzo Vitali del XVIII sec. (attuale sede del Comune). Poi è da visitare la Chiesa Matrice di Sant’Ilarione Abate, risalente al 500, al cui interno si trova un’antica “trocca”, che veniva suonata lungo le strade del paese, al posto delle campane, nella giornata del venerdì santo.

Foto
Galleria Fotografica
Foto: 

Sant'Ilario dello Jonio Castello di Condojanni

Mappe Satellitari
Un insieme di Google Maps relative al comune