27 FEBBRAIO 2006 INCONTRO COMITATO PRO FERROVIA IONICA E CITTADINI - PREFETTO DE SENA

Autore: 
admin
Data Pubblicazione: 
19/02/2006

Riceviamo e volentieri pubblichiamo il comunicato stampa del COMITATO PER LA DIFESA E IL POTENZIAMENTO DELLA FERROVIA JONICA 
Concittadini, 
dopo il delitto Fortugno e la reazione civile degli studenti di Locri, ci eravamo illusi che una inversione di rotta fosse possibile e concrete azioni di rilancio potessero, finalmente, fare parte dell’agenda politica. Così non è stato, anzi, nuove delusioni si sono aggiunte alle tante già sopportate dal popolo della Locride e da quei giovani che, con forza, hanno reclamato la rinascita di questa nostra terra. 
Le ultime notizie ufficiali ci informano che i treni che erano stati soppressi per le cimici e le pulci e che avrebbero dovuto riprendere a circolare dal 26 marzo prossimo, non saranno messi in circolazione fino al 9 dicembre 2006, e già si dice che nemmeno dopo tale data lo saranno. 
Si è così consumato un nuovo sopruso, dato che sono stati soppressi solamente i treni che partono da Reggio e quelli che attraversano la Ionica. Si è realizzato il paventato timore espresso in più occasioni dal Comitato, purtroppo inascoltato. 
Oggi, è perciò necessario un diverso protagonismo delle popolazioni contro l’isolamento dei nostri paesi e contro il sottosviluppo, per allontanare l’incubo dell’emigrazione dei giovani che, prepotentemente, si sta rifacendo strada. 
Il Comitato ha ottenuto un incontro con il Prefetto De Sena per il 27 febbraio alle ore 18 e, forte della partecipazione di altri comitati, di altre associazioni e di cittadini dei centri vicini, si prefigge di presentarsi all’appuntamento per dimostrare il vasto malcontento della nostra popolazione e la grande determinazione a riappropriarci di quanto ci spetta. 
E’ importante perciò partecipare. 
Pullman, noleggiati per l’occasione (poiché non esiste un treno idoneo) e pagati con il contributo di tutti, trasferiranno i partecipanti a Reggio Calabria 
Roccella Jonica, 17 febbraio 2006 
Il Presidente 
Sandro Gagliardi 

Per informazioni ed adesioni telefonare al 3382025579 oppure al 3392498550 


SIAMO CONTENTI DEL TRASPORTO FERROVIARIO CHE CI VIENE OFFERTO? 

NESSUN TRENO DIRETTO A LUNGA PERCORRENZA 
(Annullati uno dopo l’altro i treni per Torino, Milano, Bologna, Venezia, Napoli, Bari; annullato il treno diurno per Roma; rimane ancora solo il notturno per Roma) 
NESSUN TRENO PER LA MEDIA PERCORRENZA 
(Inesistente il collegamento con Cosenza; annullato il collegamento con Taranto e Bari; rimangono due corse giornaliere per Lametia Terme e solo nei giorni feriali) 
NESSUN COLLEGAMENTO CON GLI AEROPORTI 
(Reggio Calabria, Lametia Terme, Crotone) 
RIDOTTI E INADEGUATI I TRENI PER LA PICCOLA PERCORRENZA 
(Le corse non sono assolutamente compatibili, per orari – tempi di percorrenza e confort, con le richieste dei pendolari) 
In Italia c’è chi dispone di quattro binari utilizzati a pieno regime, e chi ne ha uno solo sottoutilizzato. 
QUALE SVILUPPO TURISTICO SENZA TRASPORTI ADEGUATI? 
QUALE “PRESENTE” PER NOI E PER I NOSTRI FIGLI? 

La nostra dignità è stata ancora una volta calpestata. 
Non sono valse a nulla le promesse del vice ministro ai trasporti, degli assessori regionali ai trasporti, di Trenitalia. 
Non sono valse a nulla le interrogazioni parlamentari, i Consigli Comunali aperti tenutisi in contemporanea nella primavera scorsa nei 42 Comuni della Locride. 
Occorre continuare la lotta con rinnovata determinazione (Scanzano e la Val di Susa insegnano) 
SVEGLIAMOCI !! 

LUNEDI’ 27 FEBBRAIO - ALLE ORE 18 
SAREMO RICEVUTI A REGGIO CALABRIA DAL PREFETTO DE SENA 

COMITATO PER LA DIFESA ED IL POTENZIAMENTO DELLA FERROVIA IONICA 

Your rating: None Average: 3.3 (3 votes)