Roccella Jonica: il 5 giugno incontro sul rischio idrogeologico

Sabato 5 Giugno, con inizio alle ore 18.00, si terrà, nella sala grande dell’ex Convento dei Minimi, il 3° dei Caffè Scientifici organizzati dal Comune, in collaborazione con l’Università di Roma “Sapienza” e l’Università “Mediterranea” di Reggio Calabria. Il titolo dell’incontro è: “La Calabria che frana. Il rischio idrogeologico: cosa possiamo, e dobbiamo, fare”.
L’argomento è, purtroppo, di grande attualità, considerati i drammi che si vivono continuamente nella nostra regione, in conseguenza di un dissesto idrogeologico che appare quasi generalizzato. Basti pensare che una recente ricerca valuta in circa 500, ossia un numero superiore a quello di tutti i comuni calabresi, le frane presenti nel territorio della Calabria.
Introdurrà i lavori il sindaco Giuseppe Certomà. Interverranno: il professore Alberto Prestininzi, ordinario di Geologia Applicata alla “Sapienza” e presidente del C.E.R.I., Centro di ricerca sui rischi geologici dell’Università di Roma; il professore Ottavio Amaro, associato della Università “Mediterranea” di Reggio Calabria; l’ingegnere Giovanni Ricca, Segretario Generale dell’Autorità di Bacino della Regione Calabria; il geologo Antonio Pisciuneri, che tratterà in particolare il “caso Roccella”.
Seguirà il dibattito, mentre le conclusioni saranno tratte dal vicesindaco Sisinio Zito. Verrà anche esposta una mostra con le tavole relative alla geomorfologia del territorio di Roccella e che ne evidenziano i rischi potenziali. Le tavole sono parte della documentazione cartografica raccolta in preparazione del Piano Strutturale Comunale, a cui com’è noto la legge urbanistica regionale impone dei vincoli severi proprio in relazione al territorio. La mostra contiene anche delle fotografie scattate durante la terribile alluvione del settembre - ottobre 2000, che colpì in modo particolare Roccella e di cui ricorre quest’anno il decennale.