Locri, servizi igienici fuori uso al Tribunale

Gravi carenze igienico-sanitarie presso i locali della Procura e del Tribunale di Locri. E' quanto denunciato, per l'ennesima volta, dai dipendenti del palazzo di giustizia locrese. Da oltre due mesi i servizi igienici del pian terreno sono "fuori servizio" per lavori in corso, una sostituzione di accessori che non è mai stata ultimata. I bagni del primo e del secondo piano, funzionanti, sono carenti per quanto riguarda pulizia ed efficienza, spesso guasti, così sporchi da essere considerati inutilizzabili. I dipendenti lamentano da mesi le stesse carenze. Le rapresentanze sindacali si sono rivolte al Ministero ottenendo solo provvedimenti tampone, che hanno reso i servizi praticabili per alcuni giorni, prima che il disagio si ripresentasse. I dipendenti del Tribunale sono attualmente costretti - come alcuni di essi ammettono - a recarsi al bar per usufruire di bagni praticabili. Le rappresentanze sindacali annunciano oggi di voler ricorrere alle autorità competenti. La carenza igienico-sanitaria verrà esposta all'Asp ed alle Autorità giudiziarie (paradossalmente). I locali pubblici, per legge, devono essere dotati di servizi igienici efficienti. La querelle dei bagi fuori usoriaccende la polemica sulle carenze strutturali del palazzo del Tribunale. Si ripropongono con forza anche gli interrogativi sulla realizzazione del nuovo edificio, per il quale è stato già procurato un terreno e stanziato un finanziamento di 13milioni di euro.

tratto da: www.ilfattoonline.com