Presentati i Poli Regionali di Innovazione

Sono stati presentati questa mattina dall’Assessore regionale alla Cultura Istruzione e Ricerca Mario Caligiuri i bandi per il finanziamento dei Poli Regionali di Innovazione. L’iniziativa – informa una nota dell’ufficio stampa della Giunta - punta a promuovere un insieme di azioni integrate tese a creare una rete regionale finalizzata ad organizzare, garantendo standard di servizi comuni e di qualità, le attuali e le future infrastrutture di ricerca scientifica e innovazione tecnologica presenti sul territorio regionale, rafforzando i rapporti tra mondo accademico e sistema produttivo. Sono otto le categorie comprese nei Poli Regionali di Innovazione: trasporti, logistica e trasformazione; tecnologia della salute; beni culturali; tecnologie dell’informazione e delle telecomunicazioni; filiere agroalimentari di qualità; energie rinnovabili, efficienza energetica e tecnologie per la gestione sostenibile delle risorse ambientali; tecnologie dei materiali e della produzione; risorse acquatiche e filiere alimentari della pesca. Il progetto complessivo coinvolge 348 imprese, il coinvolgimento degli atenei calabresi, collaborazioni con altre università italiane ed internazionali e prevede l’assunzione di 80 ricercatori. L’impegno di spesa da parte della Regione Calabria è pari 26.133.983 milioni di euro. La strategia della Regione attraverso questi strumenti è indirizzata a svolgere, nell’ambito della più ampia rete regionale per l’innovazione, la funzione di intermediari specializzati della ricerca e dell’innovazione e, attraverso l’erogazione di servizi a contenuto scientifico-tecnologico, operare per favorire e supportare sia il rafforzamento dei collegamenti tra sistema scientifico e sistema imprenditoriale, sia la collaborazione tra imprese al fine di innalzare la propensione all’innovazione del sistema produttivo. Nel corso dell’incontro con la stampa era presente anche il Dirigente Generale del dipartimento Cultura Massimiliano Ferrara. “Anche in Calabria – ha dichiarato l’Assessore Mario Caligiuri - finalmente si sta parlando di ricerca con finanziamenti concreti e seri. Si tratta di una grande opportunità ed una straordinaria occasione di crescita. Nelle settimane scorse siamo partiti con la creazione del Polo di coordinamento denominato ‘Calabria Innova’, riteniamo di avere iniziato col piede giusto e adesso dobbiamo attenderci i risultati dell'impegno che stiamo profondendo. Si tratta di un percorso virtuoso voluto dal Presidente Scopelliti che tende a valorizzare il mondo della ricerca scientifica e i nostri più validi giovani laureati''. “Con la nascita dei Poli di Innovazione – ha affermato il DG Ferrara – si punta a creare una nuova rete di imprese per l’innovazione che dia più slancio alle università calabresi e al mondo della ricerca, creando, altresì, un catalizzatore di capitali verso la Calabria”. tratto da: www.strill.it