Ciao Melissa

Giovani per la Locride è una realtà nata nel 2004. Tra i vari obiettivi prefissati, quello preminenteriguarda l'attecchimento di una cultura di vita legalitaria.

Vivere in una società pienamente legale non significa soltanto lottare contro le mafie, significa impegnarsi ogni giorno in tutti i campi della vita nel rispetto delle regole e degli uomini.

Per chi ha un obiettivo come il nostro, il 19 maggio 2012 resterà una data che non si potrà dimenticare.

Alle 7.45 del mattino, a Brindisi, davanti una scuola intitolata a Francesca Morvillo una mano criminale, vile e assassina ha strappato alla vita e ai suoi sogni Melissa.

Non importa se sia mafia, terrorismo, o altro, ciò che importa è che in Italia si muore per andare a scuola, una scuola in questo caso che della legalità ha fatto il suo vessillo.

Giovani per la Locride, con queste poche righe, vuole stringersi alla famiglia, agli amici e a tutte le persone coinvolte in uno degli atti violenti più abominevoli della storia della Repubblica.

Allo stesso tempo però Giovani per la Locride auspica che questo non sia il dramma di Brindisi, della Puglia o del Sud... Ma che diventi la molla per un popolo intero che troppo spesso mette la testa sotto la sabbia e troppo spesso si lascia scivolare addosso un malaffare che droga la nostra società e ci rende vulnerabili nel nostro quotidiano.

Ciao Melissa.