ViviAntonimina:Il Sogno Continua...

Autore: 
Antonio Guerrieri
Data Pubblicazione: 
31/07/2004

“E’ bello vivere per il proprio paese, ma è ancora più bello aiutare il proprio paese a vivere…” In questa frase di J.F. Kennedy è riassunto lo spirito di un gruppo di giovani antoniminesi che da qualche anno contribuisce attivamente allo sviluppo socio-economico del piccolo centro pre-aspromontano famoso ai più esclusivamente per via delle terme condivise con la vicina Locri e che come quasi tutti i centri collinari ha subito per anni un progressivo e incessante calo della popolazione per lo più emigrata nel Nord industrializzato. Anche se molti tornano d’estate nella propria casa natia, spesso lo fanno solo per pochi giorni e non tutti gli anni per cui per la maggior parte dell’anno ad Antonimina sono tante le finestre e le porte perennemente e desolatamente sbarrate. Nel 2002 la “folgorazione”: perché sprecare, in una zona a forte vocazione turistica, ma con ancora bassa capacità ricettiva, tutti quei “posti letto” inutilizzati? Nasce così l’associazione senza fini di lucro“ViviAntonimina”( www.viviantonimina.it ) che si prepone di trasformare Antonimina in un funzionale “paese albergo” seguendo l’esempio di altri piccoli centri che in questo modo hanno saputo arrestare il lento e inesorabile declino. In concreto l’associazione fa da tramite, attraverso il proprio sito internet, tra i proprietari degli appartamenti (per lo più quelli che per la maggior parte dell’anno non vivono ad Antonimina) ed i turisti interessati a trascorrere qualche giorno in tranquillità lontano dai circuiti vacanzieri di massa. Proprio grazie a questa iniziativa diversi turisti dal Nord Italia, e qualcuno da fuori confine, hanno, in questi tre anni, scelto e scoperto Antonimina e la Locride rimanendone incantati e promettendo un sicuro ritorno negli anni a venire. Certo, Antonimina non possiede né le bellezze architettoniche di Gerace, l’archeologia di Locri o le strutture ricreative dei paesi costieri, ma ciò non ha scoraggiato i ragazzi di ViviAntonimina che nonostante gli impegni di studio e di lavoro riescono ad organizzare con serietà e impegno numerose iniziative, tra le quali sagre, spettacoli, escursioni e attività d’animazione atte sia a rendere il più confortevole e piacevole possibile la permanenza dell’ospite sia a coinvolgere gli abituali abitanti del paese. Anche la “III edizione della Sagra della Suppularia(pane caldo con olio d’oliva) e della Ricotta calda”(che si svolgerà la sera di Giovedì 5 Agosto) rientra in quest’ottica di accoglienza e promozione turistica della cittadina ionica. Non mancheranno anche quest’anno pane e ricotta caserecci a volontà, litri e litri di buon vino, zeppole, caciocavallo e peperoni arrostiti da degustare in compagnia dei simpatici ragazzi di ViviAntonimina con la consapevolezza di partecipare e contribuire alla riuscita non della solita “sagra” di paese, ma di un ben più grande e ambizioso progetto di sviluppo socioeconomico e turistico che riguarda non solo Antonimina, ma tutta la Locride e la Calabria che da tali iniziative non possono che trarre solo lustro e vantaggi.

Your rating: None Average: 4.3 (4 votes)