Cristo si è fermato a eboli e forse un po' più su . VERGOGNA!

Autore: 
Emilio Lupis
Data Pubblicazione: 
19/10/2005

Abbiamo ancora il volto tagliato dalle lacrime per la morte del Dottore Fortugno , la delusione per il comportamento del premier che "piu' di quello che ha fatto non poteva fare" (ma c'è chi se ne è occupato in altro articolo e non serve aggiungere altre parole) , che oggi abbiamo dovuto ancora ingoiare un boccone cosi' amaro da far esplodere lo stomaco. Alla camera è stata approvata la "DEVOLUTION" e non sembra che in senato la musica possa essere diversa . Voglio premettere che io al federalismo in linea di massima non sono contrario , ma in Italia o almeno nell' Italia meridionale i requisiti per questo sistema non esistono . Indubbiamente nelle regioni settentrionali e centrali , dove i problemi ci sono , ma evidentemente meno gravi rispetto a regioni come Calabria , Campania e Sicilia , la devolution puo' portare solo vantaggi . Ma da noi ? Che vantaggi ci sarebbero da noi ? 
Purtroppo come ho scritto ad inizio dell'articolo abbiamo ancora il volto tagliato dalle lacrime per l'atroce delitto dell' Dott. Fortugno e tra le varie piste battute almeno stando alla mera lettura dei giornali , si parla di appalti inerenti alla sanita' , che comunque generalmente è un tema abbastanza caldo . Addirittura in tema di sanita' insieme alla sicurezza la competenza diventerebbe esclusiva! E piu' in generale quasi ogni tipo di intervento piu' o meno ordinario vedrebbe lo Stato in posizione piu' defilata . Ora ... in un territorio come quello calabro , ma anche siciliano dove gli interessi e le pressioni in tema di sanita' sono fortissime (non che manchino in altri settori) e spesso sfociano nella violenza , cosa puo' accadere ? 
Per non parlare della sicurezza . Se già i problemi che affliggono la nostra terra portano da piu' parti a invocare l'intervento dell'esercito con questa riforma cosa dovremo aspettarci ? Vogliamo che delle regioni gia' martoriate debbano assistere ancora a questa ignobile e tremenda mattanza per far contento solo un partito che cura solo e soltanto gli interessi di poche regioni che con 1000 problemi che potranno avere sono comunque a un buon livello di ricchezza e efficienza rispetto a quelle meridionali? Forse è vero... come ha detto sua eccellenza Mons.Bregantini giusto ieri : i problemi non sono solo a Locri , sono anche a Roma . 
Se davvero questa riforma passera' sara' sancita una divisione dell'Italia in cittadini da serie A e da serie B . Evidentemente gli interessi di qualcuno contano piu' del bene collettivo e questo qualcuno non sara' solo chi siede nella stanza dei bottoni . 
Evidentemente ci saranno ragioni e logiche perverse che a un povero cretino delirante come chi scrive sfuggono . Questa riforma è un ulteriore segnale di abbandono della nostra terra , che ormai viene nonimanta solo quando si tira fuori spot elettorale incentrato sulla costruzione di un maledettissimo ponte che chissa' a chi dovra' portare vantaggi... 
Ma forse aspettarsi qualcosa di diverso da questo primo ministro sarebbe stato davvero troppo. 
La speranza è che davvero la "testa dura "dei Calabresi onesti questa volta possa davvero "rompere i muri piu' spessi" e che chi ha usato violenza sia punito e chi ha dimostrato inettitudine nel ricoprire certi ruoli provi un briciolo di vergogna

No votes yet