Conosciamo meglio la guerra in Iraq

Autore: 
Emilio Lupis
Data Pubblicazione: 
21/10/2004

A prescindere se questa guerra è stata fatta a ragione o a torto ma visto quello che è venuto fuori in seguito e per chi ha visto Firenight 9/11 il giudizio credo sia unanime, è opportuno capire se veramente le forze alleate combattono contro un solo "nemico" e se i civili a rischio di rapimento vengono presi da gruppi che nella sostanza cercano tutti lo stesso risultato, io facendo qualche ricerca e perdendoci un po di tempo ho scoperto quantomeno 16 gruppi combattenti almeno 30 secondo la CIA:

1)LE FALANGI VERDI DI MAOMETTO:

E' un gruppo sunnita (molti vicino alle ideologie di Al Quaeda) ed è il gruppo che ha rapito i 4 italiani Agliana ,Stefio,Cupertino e Quattrocchi (il quale purtroppo è stato ucciso).E' stato costituito da ex ufficiali della guardia speciale di Hussein e si puo' definire una legione straniera del terrore.Infatti ne fanno parte pakistani e yemeniti.

2)ESERCITO MEHDI:

E' praticamente l'esercito personale di Al Sadr.E' formato da 10 mila uomini tutti sciiti dotati anche di armamenti pesanti(ufficialmente si stanno disarmando)e hanno rapito ostaggi di varia nazionalità come Russi Coreani e inglesi comunque rilasciati

3)BRIGATA ANSAR A DIN:Rivendico' il rapimento di 2 palestinesi accusati di essere spie sioniste in quanto in possesso di passaporto israeliano.

4)MARTIRI DELLO SCEICCO YASSIN:

Attivi nell'area di Bagdad, hanno rapito oltre 30 ostaggi di diverse nazionalità

5)GUERRIGLIERI DEL PARTITO BAATH:

Organizzati in tutto il territorio Iraqeno specie nel triangolo sunnita (Baghdad,Falluja,Tikrit) molto probabilmente sono la forza principale della guerriglia.Ex miliziani di Saddam a cui si sono aggiunti anche sciiti e curdi.

6)FRONTE NAZIONALE DI LIBERAZIONE DELL'IRAQ:

Nato dopo pochi giorni dalla caduta del regime, contrario alle politiche dell'ex dittatore e cio' nonostante combatte le forze alleate.Infatti ha rivendicato varie attentati e imboscate a Baghdad,Mosul e Bassora.

7)AL AWDAH

Gruppo formato da fedeli del dittarore deposto,si sono distinti per operazioni di guerriglia urbana e operano anche con tiratori scelti

8)ARMATA DI MAOMETTO

COmposta da ex agenti della polizia politica del governo di Saddam , spesso agisce in operazioni congiunte con il gruppo appena sopracitato

9)RESISTENZA ARMATA IRACHENA DI LIBERAZIONE

Combatte a Falluja perpetrando il primo attacco alle forze di coalizione in questa città ed è uno dei gruppi sunniti piu' radicali e meglio organizzati.

10)RISVEGLIO E GUERRA SANTA

Attivi a Falluja e in genere agiscono con attentati Kamikaze.

11)MOVIMENTO DELLA JIHAD IRACHENA

Gruppo di mercenari provenienti da stati esteri maggiormente da Siria e Giordania

12)JIHAD SALAFITA

Opera nel triangolo sunnita ed è il principale gruppo legato ad Al Qaeda

13)ANSAR AL ISLAM

Gruppo di guerriglieri curdi e sunniti che possiede campi di addestramento al nord del paese.Dopo aver subito duri attacchi aerei è in fase di riorganizzazione

14)BRIGATE DELLA JAHAD

Ali' bin Abi Talib è un imam del quale sono seguaci e nel settembre 2003 hanno manifestato la loro presenza

15)COMPAGNIA DELLA JIHAD

Sono legati a Bin Laden e la loro attività e' destinata al sequestro di ostaggi americani da scambiare con dei terroristi di Al Qaeda in carcere

16)MUNTADA AL WILAYA

Gruppo estremista di fazione sciita operante a Baghdad e al sud del paese è collegato a unità speciali dell'esercito iraniano,e ha rapporti diretti sia con hli ayatollah iraniani che con gli Hezbollah palestinesi.

Dunque a seguito di questo elenco possiamo notare come ancheparte dei i Curdi e gli Sciiti i quali hanno avuto non pochi problemi con il regime sono schierati contro le forze alleate,e sopratutto come sia varia e frammentata la guerriglia.

A questo punto a seguito degli oltre 1000 morti americani,a seguito delle morti degli Italiani e di tutti i soldati, dei morti civili iracheni e non ha senso continuare questa guerra?E sopratutto siamo sicuri che in Iraq da parte della popolazione autoctona ci sia consenso a questa guerra?

io credo che l'unica speranza a questo punto sia quella che le elezioni del 2005 vadano a buon fine e che dopo tanti anni di sofferenze la popolazione irachena ritrovi la pace.

EMILIO LUPIS emilio.lupis@giovanilocride.net

Your rating: None Average: 3.5 (2 votes)