Una proposta per la gestione dei rifiuti

Autore: 
Emilio Lupis
Data Pubblicazione: 
16/12/2004

Molte volte,per fare qualcosa di utile,quello che è vietato a scuola nella realtà puo' essere piu' che positivo...insomma COPIARE.

Perchè se si realizza qualcosa di positivo non vedo perchè non farlo.

Alludo alla gestione dei rifiuti che viene eseguita a Milano.


Infatti se vi è capitato di fare una passeggiata a nel capolouogo Lombardo se ci avete fatto un po di attenzione avrete notato che non ci sono cassonetti della spazzatura.Logicamente voi vi chiederete :Ma allora la spazzatura dove si butta?La risposta ve la do subito.

A Milano i rifiuti si buttano in dei cassonetti che vengono forniti dall'Amsa (Ia società addetta alla nettezza urbana)posti nel cortile o negli scantinati condominiali , e nelle ore notturne nei giorni stabiliti con gli amministratori condominiali o con i proprietari di casa c'è l'esposizione dei rifiuti notturna per la raccolta da parte degli incaricati della nettezza urbana.

Inoltre ancora da segnalare c'è una grande cultura del differenziato e spesso e volentieri c'è l'applicazione di multe nel caso in cui in alcuni controlli qualcuno per negligenza mischia ad esempio carta con plastica o vetro con alluminio(anche in questo caso i bidoni specifici sono forniti dall'Amsa).

Infatti il differenziato oltre ad essere una notevole fonte di risparmio di soldi (sapete che il vetro riciclato permette che le bevande o gli alimenti contenuti costino di meno? idem per la carta) e una grossa mano al nostro pianeta ad esempio per quanto riguarda l'allumino che viene estratto dalle miniere e non è infinito.Sui bidoniaggiungo che si tratta di contenitori ben chiusi e molto igienici che non fanno passare il minimo odore,sono in plastica e multicolore (per cui neanche brutti da vedere).

L'aspetto piu' che positivo in questo modo di gestire la spazzatura sta nel fatto che :la raccolta differenziata non costa fatica e torna utile a tutti e alle nostre amiche flora e fauna =),si evita di vedere i rifiuti ammassati in strada e di conseguenza la città risulta piu' pulita e anche profumata(specie se in strada si utilizzano i cestini quando ci prendiamo la pizzettina o la bottiglietta d'acqua).Del resto pensate; Milano è una città con quasi se non di piu' 2 milioni di abitanti e comunque la seconda città Italiana e questo sistema di smistamento almeno per quanto ho potuto notare io funziona piu' che bene.

In virtu' di cio' non vedo perchè in centri medio-piccoli come quelli della Locride non possa essere attuato un piano simile che oltre a tornare utile per l'estetica delle varie cittadine torna utile a noi tutti per il comune benessere,senza contare che anche per quanto riguarda la civile convivenza, se questo progetto prendesse piede e fosse gestito bene sarebbe molto importante e positivo.

Inoltre una simile iniziativa non mi sembra troppo ambiziosa e dispendiosa (in virtu' anche del consorzio di nettezza urbana che in pochi mesi potrebbe realizzare questa iniziativa),anche perchè comporterebbe soltanto un piccolo sacrificio nel primo periodo,visto che in seguito sarebbe routine.Del resto non vedo perchè se ci si trasferisce queste regole vengono fatte proprie,mentre giu' ci sentiamo liberi di fare quello che vogliamo.Insomma io l'ennessima proposta l'ho fatta presente spero che possa arrivare nelle sedi competenti e se valutata realizzabile venga effettivamente messa in atto.


EMILIO LUPIS emilio.lupis@giovanilocride.net

www.amsa.it

Your rating: None Average: 5 (1 vote)