Parcheggio: Pochi controlli e scarso senso civico?

Autore: 
Emilio Lupis
Data Pubblicazione: 
22/01/2005

Monasterace, corso principale, Roccella corso principale,Siderno corso principale (ingresso lato sud)e via Cesare Battisti,Locri corso principale e via Regina Margherita (specie in prossimità della piazzetta).

Non è un elenco di strade e di vie di alcuni paesi del comprensorio (negli altri non ho notato anomalie forse perché li frequento di meno),ma l'elenco di alcune strade e vie dove dire che esiste un parcheggio selvaggio che rende la vita complicata agli automobilisti e non solo è poco.

Perché dico questo??Perché sia a causa di pochi divieti,pochi controlli nelle poche aree dove i divieti esistono e l'estro di alcuni automobilisti che parcheggiano veramente male (è chiaro che anche chi scrive non ha la coscienza pulitissima ma cerchera' di migliorare) camminare con l'auto diventa quasi impossibile!

Infatti ci sono spazi così stretti per un motivo o per un altro c'è l'alto rischio di strisciare la propria macchina e quelle degli altri o mettere molti minuti in piu' per attraversare queste strade.

Cosa si puo' fare per evitare questo “casino”?

Beh se è accettabile chiudere un occhio per le “vie secondarie” anche se cio' è contestabile quanto meno per quanto riguarda i corsi principali (e strade trafficate)specie in quei paesi dove la strada è molto stretta si dovrebbe agire con divieti di sosta da fare rispettare,lasciando solo un lato disponibile al parcheggio.

Questo porterebbe una serie di vantaggi che vanno da un traffico piu' scorrevole e ordinato alla diminuzione del rischi di botte alla carrozzeria senza contare i vantaggi anche per i disabili che molte volte si trovano le rampe di accesso o discesa dal marciapiede bloccate dalle macchine parcheggiate e inoltre per quanto riguarda i corsi principali quasi tutti facenti parte della ss 106 si porterebbe a rendere piu' semplice e veloce il collegamento tra i vari paesi.

Certo è chiaro che eventualmente per prendere un gelato sul corso di un qualunque paese si dovrebbe parcheggiare la macchina magari in una strada parallela pero', visto quanto le distanze siano esigue fare una camminata di massimo 200 metri nella peggiore delle ipotesi non credo sia un dramma.

Inoltre una città piu' ordinata appare anche piu' bella e di conseguenza crescerebbe anche il senso civico che molto probabilmente abbiamo tutti ma nessuno ci ha mai messo in condizione di ricordare di avercelo.

Perché in tanti (ripeto anche io ci sono di mezzo del resto chi è senza peccato scagli la prima pietra)magari parcheggiamo sulle striscie pedonali o in un passaggio stretto che magari ostruisce la circolazione o davanti agli scivoli per disabili,senza pensarci perché le multe sono rare e dunque cio' fa sentire legittimati a fare cose che magari sarebbe meglio non fare.

Quindi io credo che una campagna di sensibilizzazione contro il “parcheggio selvaggio”sarebbe una gran bella prova di proprietà di senso civico e dunque rispetto per tutti e anche una prova d'amore per i nostri paesi.

Your rating: None Average: 4.5 (2 votes)