Ulteriori riflessioni sull'utilità della provincia Locridea

Autore: 
Emilio Lupis
Data Pubblicazione: 
30/05/2005

In questi giorni , come ormai in tanti dovrebbero sapere , il tema dei trasporti della zona è uno dei punti caldi e dolenti delle discussioni in ambito politico e non . Come ben sapete la certezza è un ridimensionamento del traffico ferroviario a partire dal 16 di giugno per circa un anno e mezzo e in seguito , è saltata fuori la voce i una probabile chiusura della galleria del monte Limina (per fortuna smentita) . Dunque a questo punto analizziamo la situazione ; per quanto riguarda la ferrovia ormai si puo' solo cercare di limitare i danni proponendo soluzioni che limitino al minimo i disagi , per quanto riguarda la voce smentita , sui lavori da fare alla galleria credo che sia da proporre una buona analisi . Quella strada purtroppo prima o poi , sarà destinata ad una chiusura temporanea per lavori specie alle gallerie ( visto che non ce ne sta neanche una a norma) . Quindi cosa potrebbe succedere ? Finiti i disagi per la ferrovia , c'è il concreto rischio che si ricominci a patire disagi questa volta su strada . Quello che in molti si chiederanno dovrebbe essere : ma i nostri amministratori cosa hanno fatto o cosa faranno per evitare problemi di questo tipo alla popolazione di 42 comuni ? Trovare responsabilità nell'attuale giunta regionale è un po' difficile visto che l'insediamento è avvenuto da meno di un mese , qualche critica molto probabilmente sarebbe da muovere alla giunta precedente . Ancora cosa ha fatto la provincia di Reggio Calabria ? Quello che piu ' mi addolora toccando questo punto è che a prescindere dal colore politico ( che a livello locale non credo incida piu' di tanto ) , chi è a capo di questa istituzione è un Sidernese ed è innegabile che sicuramente per la Ferrovia e chissà un giorno per la strada anche il comune di Siderno avrà disagi , mentre progetti per lo sviluppo e la valorizzazione dell'area tirrenica della provincia di Reggio si sprecano . A questo punto credo ci sia già una buona risposta , proponendo una domanda agli scettici sulla istituzione della provincia della Locride . Puo' una provincia pagare grossi disagi sui trasporti , rendendo quindi difficile la comunicazione con il resto d' Italia ? Una cosa del genere sarebbe fuori da ogni logica, inoltre (non per svilire l'operato di chi sta lavorando a Reggio ) , l' idea di un qualcuno del luogo posto ad amministrare con una istituzione così importante il proprio territorio potrebbe portare (almeno in teoria ) solo vantaggi ,partendo dalla migliore conoscenza e percezione della reltà in cui si lavora arrivando alla presenza di maggiore controllo su tutti gli enti locali " minori"i quali oltre ad un contatto piu' diretto con l'istituzione provinciale (anche se qualche ufficio distaccato esiste da oggi) ,potrebbero godere di maggiore sicurezza per una presenza piu' massiccia di forze dell'ordine . Ancora e forse questo è l'elemento piu' importante , finalmente la Locride potrebbe avere un maggiore peso , nei tavoli dove si prendono importanti decisioni sia a livello regionale che locale. Questa logicamente è solo una riflessione di un ventenne che vuole solo il meglio per la sua terra , ma se c'è qualche persona adulta , che grazie alla sua esperienza puo' illustrare piani validi che contemplino o meno la nuova provincia , non potremmo che essere contenti di ascoltare queste proposte.

Your rating: None Average: 3.3 (4 votes)